La Dieta Mediterranea rappresenta un modello alimentare universalmente riconosciuto come autentico scudo contro i principali fattori di rischio per le malattie cardio e cerebrovascolari nonché per i tumori. Ma qual è lo stato dell’arte sugli studi relativi al rapporto alimentazione e salute?

Se ne discute martedì 5 aprile 2016, a partire dalle ore 9.00, nella Sala Conferenze del Parco Tecnologico dell’I.R.C.C.S. Neuromed in un convegno dal titolo “Dieta Mediterranea e dintorni”. L’incontro è promosso dal Dipartimento di Epidemiologia e Prevenzione dell’I.R.C.C.S. Neuromed di Pozzilli sotto la responsabilità scientifica di Giovanni de Gaetano e Marialaura Bonaccio.

Con questo Corso vogliamo offrire un’ampia  panoramica sui rapporti che intercorrono tra alimentazione e salute.  – spiega de Gaetano, responsabile del Dipartimento di Epidemiologia e Prevenzione I.R.C.C.S. Neuromed Approfondiremo le caratteristiche generali della Dieta Mediterranea, e quelle particolari di alcuni suoi alimenti tipici, come ad esempio il vino. Nella prima parte del Corso punteremo i riflettori sui grandi studi di popolazione, come l’EPIC e lo studio Moli-sani. Proporremo poi  un confronto scientifico anche su altri modelli alimentari, come quello vegetariano, vegano e il pattern alimentare di stampo orientale,  per evidenziare analogie e differenze con la Dieta mediterranea” 

Manifesto Ecm
Manifesto Ecm

“Non trascureremo infine – aggiunge Marialaura Bonaccio– gli aspetti socioeconomici legati al consumo della Dieta mediterranea e il ruolo della crisi economica sulle attuali modifiche delle abitudini  alimentari”. I relatori che si alterneranno nel corso del meeting sono scienziati che operano da tempo a livello internazionale, con una lunga esperienza nel campo della ricerca, soprattutto di tipo epidemiologico.

L’incontro rientra nei seminari ECM (Educazione Continua in Medicina) dedicati alle principali figure professionali sanitarie: medici, biologi, farmacisti, fisioterapisti, infermieri.