Sotto la lente d’ingrandimento i reati delle truffe agli anziani e dei furti nelle abitazioni.

ISERNIA. Senza sosta l’attività degli uomini della Polizia di Stato della Questura di Isernia i quali, così come disposto dal Signor Questore della Provincia di Isernia, Dott. Ruggiero Borzacchiello, hanno implementato la presenza e l’attività su strada battendo palmo a palmo il capoluogo pentro.

Grazie alla proficua attività di prevenzione posta in essere, in questi primi mesi di lavoro del Questore Borzacchiello, si registra un trend positivo e, quindi un calo, in particolar modo di furti in abitazione e truffe ai danni degli anziani.

Tali significativi risultati sono diretta conseguenza di una maggiore presenza su strada delle divise della Polizia di Stato.

Infatti, è costante ormai la presenza dei Reparti Prevenzione Crimine di Potenza, Pescara e Napoli che continuano a realizzare un capillare controllo del territorio della città di Isernia.  Si rammentano i lusinghieri risultati ottenuti nell’Operazione Safety Car e negli altri servizi straordinari di controllo del territorio R.P.C. – Volante ove, con l’utilizzo del Sistema Mercurio, il dispositivo automatico di lettura targhe installato a bordo delle macchine della Polizia di Stato, sono state controllate circa 2900 autoveicoli, sequestrate 5 autovetture prive di copertura assicurativa, elevate 60 contestazioni per violazione del Codice della Strada e disposta la sospensione dalla circolazione di 4 autovetture prive della prescritta revisione.

A questo dispositivo straordinario di controllo del territorio, si affianca la quotidiana attività di prevenzione gli uomini delle Volanti della Questura di Isernia che, intensificando il loro operato negli ultimi due mesi, hanno effettuato circa 250 posti di controllo, identificato 2500 persone, controllato 1200 veicoli, elevate 80 contravvenzioni per la violazione delle norme del Codice della Strada.

Tutte le articolazioni della Questura di Isernia, su impulso del Questore Borzacchiello, mettono sotto la lente di ingrandimento quanto accade in città ed, in quest’ottica, sono da inquadrare i ripetuti e capillari controlli alle Sale Slot e Sale Scommesse di Isernia realizzati dagli uomini della Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale, al fine di accertare il regolare esercizio delle attività in questione, reprimere qualsiasi forma di condotte illecite e, soprattutto, tutelare i minorenni evitando che questi si introducano al mondo delle scommesse. Infine, due pregiudicati isernini sono stati sottoposti dalla locale Divisione Anticrimine al regime della detenzione domiciliare; in particolare, M.L. di anni 35, con precedenti di polizia per furto, evasione, estorsione, usura, spaccio di sostanze stupefacenti, truffa, violenza privata e minaccia, nonché, C.F. di anni 50, con precedenti di polizia per spaccio di sostanze stupefacenti e guida sotto l’influenza di alcol e droga.