Colli a Volturno-Monaco di Baviera. Mille chilometri o poco più di divertimento, cultura e tradizione italo-tedesca. E’ questa la storia che andremo a raccontare. I protagonisti sono sette giovani di Colli a Volturno che hanno varcato il confine con la Germania nella mattinata di giovedì 29 settembre per far ritorno in Italia nella mattinata di lunedì 3 ottobre. Una storia di sentimento ed amore per la propria patria e di voglia di avventura e viaggio fusi all’unisono. I giovani collesi dopo aver fatto tappa in due città, Innsbruck e Salisburgo in Austria, si sono recati a Monaco la capitale tedesca del divertimento e soprattutto la città che si è inventata il mega Oktoberfest. colli-monaco-schiena-interno-web

Una festa della birra di enormi dimensioni dove quest’anno è stato stimato il passaggio di oltre sette milioni di persone. Il festival che si è chiuso ieri , mette in mostra tutte le potenzialità della Germania e soprattutto uno dei loro migliori prodotti, la birra. Qui, le case più note come l’HB, la Lowenbrau e la Spaten, ospitano migliaia di persone all’interno dei loro mega tendoni. Abbigliamento tipico da festival, una panca, un piatto di wurstel  e crauti e soprattutto un boccale da un litro di birra. Questo è quello che non potrà mai mancare a tutti coloro che visiteranno in futuro il festival della birra più grande del mondo. Ma non solo spettacoli musicali, attrazioni e tanta ma tanta tipicità locale. Ed ecco che per due sere l’Oktoberfest diventa magicamente terra di Molise. lowenbrau-internoAll’improvviso il gruppo collese si incontra con uno campobassano. Senza volerlo e soprattutto senza saperlo minimamente. Una mega panca unica, fiumi di birra e canzoni dialettali in molisano cantate a squarciagola dinanzi ai tedeschi, rimasti a tratti senza parole. Una avventura di due sere che ha strappato moltissimi applausi dei presenti. Ma non solo questo. La voglia di far conoscere il Molise anche fuori dai confini. pubblico-festival-interno-webInfatti, i giovani , che hanno avuto modo di interagire con migliaia di persone, ogni giorno, hanno lanciato messaggi a tutti su come conoscere e visitare la nostra terra di Molise. Un piccolo spaccato di vita quotidiana che però fa capire che esistono ancora giovani volenterosi che divertendosi riescono a portare in alto la bandiera molisana. Il gruppo collese, vestito allo stesso modo per l’occasione, ha fatto rientro in Italia nella serata di domenica  3 ottobre , portando nel cuore una parte della Germanica affascinante e tradizionale. Dall’altra, invece, sempre il Molise, unico e solo al mondo. Il Molise Esiste anche in Germania. Prosit!!! Red. News.

 paulaner-interno-web