Presenti numerose autorità , studenti e cittadini.

FORNELLI. La storia fa nuovamente il suo corso in paese. Questa mattina il 73esimo anniversario della Celebrazioni dei “Martiri” di Fornelli. Era il 4 ottobre del 1943, ore 11, quando nella frazione di Castelcervaro un reparto di soldati tedeschi giustiziava con impiccagione a nodo fisso il podestà del paese Giuseppe Laurelli, ed i cittadini Giuseppe Castaldi, Vincenzo Castaldi, Celestino Lancellotta, Domenico Lancellotta e Michele Petrarca. Il giorno prima, un giovane della frazione, rientrato in paese dopo la dissoluzione del suo reparto per l’armistizio dell’8 settembre, con una bomba a mano aveva ucciso un soldato tedesco e ne aveva feriti altri e due, mentra stavano facendo razzia tra i casolari. Questa mattina la ricorrenza. Dopo la deposizione di due corone di alloro  nella piazza principale del paese, ci si è spostati sul luogo dell’eccidio. monumento-martiri-interno-web

Qui la celebrazione della santa messa da parte di Don Francesco Rinaldi, parroco di Fornelli, seguita dai discorsi delle autorità presenti. Il primo cittadino di Fornelli ha ribadito l’importanza del ricordo del passato e di chi si è fatto togliere la vita per la libertà. Il ricordo dei “Martiri” di Fornelli per Giovanni Tedeschi è simbolo di esempio per le future generazioni. Proprio in località Castelcervaro l’amministrazione comunale in carica ha fatto realizzare un nuovo monumento dedicato ai “Martiri” di Fornelli inaugurato questa estate. Red. News.