Nuova ribalta nazionale per la struttura gestita da Capone e Sparacino.

ROCCHETTA A VOLTURNO. Una nuova e prestigiosa vetrina nazionale per il Museo Internazionale delle Guerre Mondiali di Rocchetta a Volturno. La struttura storica è stata d’interessa per un ampio e dettagliato servizio da parte del Corriere della Sera. Il museo è stato definito un esempio riuscito di “Public History”.

Il tutto grazie anche al lavoro del professor Matteo Luigi Napoletano che scrive. “Ai piedi della Mainarde, si trova il Museo Internazionale delle Guerre Mondiali, fondato da Johnny Capone e Filippo Sparacino. Il museo gode del Patrocinio dell’Università degli Studi del Molise (il professor Giuseppe Pardini ne è direttore scientifico) e della Società Italiana di Storia Militare. Vi è anche una strettissima collaborazione con gli uffici storici dello Stato Maggiore dell’Esercito”.

Il professor Napoletano nel suo servizio sul Corriere della Sera ha ricordato anche la visita del Capo della Polizia Italiana Prefetto Franco Gabrielli, la miriade di eventi organizzati e promossi a livello molisano e nazionale, le visite del Comandante Alfa e tanto altro ancora.

Un piccolo scrigno per la Valle del Volturno conosciuto ormai a livello europeo.