L’incontro proposto mira alla costruzione di un percorso alla scoperta delle emozioni primarie: manifestazioni comportamentali, marcatori neurobiologici e funzioni evolutive. Il deficit di regolazione emotiva come costrutto transdiagnostico su cui intervenire per il benessere psicologico. Come le parole scritte  da altri (estratti di opere – saggistica e narrativa) possono parlare di sé?! Diverse ricerche hanno evidenziato che la lettura aziona gli stessi neuroni che si attivano quando pratichiamo altre attività, come scrivere, correre o semplicemente toccare un oggetto.

E’ come se noi stessi facessimo quel che vediamo fare ai personaggi immaginari di cui seguiamo le storie. Secondo altri studi, leggere è anche un efficace metodo per migliorare la nostra capacità di immedesimarci con gli altri, esserne coinvolti e provare empatia. Non ci resta che scoprire quali sono le curiosità e i vantaggi della lettura, secondo la scienza:

– Leggere fa bene al cervello, perché ne aumenta le connessioni,

– Leggere organizza i pensieri e il mondo interiore

– Leggere è rilassante

– Leggere migliora il lessico

– Leggere accresce il senso critico

E molto altro …

L’evento si svolgerà all’interno della Libreria Giunti al Punto all’interno del centro commerciale in Piazza di Isernia con inizio alle ore 18.30 nel pomeriggio di domani, giovedì 28 dicembre 2018.