I Carabinieri del Comando Provinciale di Isernia hanno predisposto tutta una serie di attività Istituzionali, volte al contrasto e, soprattutto, alla prevenzione dei furti di materiale informatico all’interno dei plessi scolastici e degli edifici pubblici. Le ultime vicende giudiziarie che sono sfociate nell’arresto di pregiudicati non residenti, responsabili di una serie di furti all’interno degli istituti scolastici della Provincia pentra, hanno conseguentemente determinato il rafforzamento dell’attività di prevenzione specifica, finalizzata a scongiurare il protrarsi di tale tipologia di reato.

Nelle ultime ore, anche il rinvenimento di materiale informatico/elettronico abbandonato al di fuori di un istituto scolastico, non è da imputarsi ad attività illecite poste in essere da ignoti malfattori, ma piuttosto alla dismissione di materiale ormai obsoleto. In ogni caso, l’attività dell’Arma dei Carabinieri prosegue senza sosta, per garantire costantemente prevenzione e sicurezza alle attività didattiche che, a breve, riprenderanno a pieno ritmo in tutta la Provincia.

Isernia: Studente denunciato dai Carabinieri per spaccio di sostanze stupefacenti. 

A conclusione di un’attività di indagine per il contrasto allo spaccio di droga,  i  Carabinieri della Compagnia di Isernia hanno segnalato, alla Procura dei Minori presso il Tribunale di Campobasso, uno studente, minorenne, perché responsabile di spaccio di sostanze stupefacenti tipo “hashish”. Nello specifico, il minore cedeva ad altra persona una dose di droga dietro il pagamento di denaro contante. Successivamente, a seguito anche di attività tecniche, lo spacciatore-studente veniva individuato dai Militari e denunciato all’A.G. competente. I Carabinieri del Comando Provinciale di Isernia attuano costantemente servizi per il contrasto e la prevenzione dello spaccio di droga, segnalando alle competenti Autorità i soggetti dediti al consumo e detenzione di sostanze illegali.

Isernia: Un uomo denunciato all’Autorità Giudiziaria per guida in stato di ebrezza  e rifiuto di sottoporsi all’”etilometro”.

I Carabinieri della Stazione di Cantalupo nel Sannio, la decorsa serata, durante i servizi di Istituto predisposti per il controllo del territorio, hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria locale un pensionato, perché sorpreso alla guida dell’autovettura in evidente stato di ebrezza alcoolica. Contestualmente, l’uomo rifiutava di sottoporsi ad accertamento “etilometrico”, pertanto i Militari gli ritiravano la patente di guida e affidavano il veicolo al proprietario.

I Carabinieri sono quotidianamente impegnati per contrastare l’attuale problematica della “guida in stato di ebrezza”, al fine di scongiurare incidenti stradali anche gravi, spesso, con il conseguente decesso di ignari utenti della strada che, loro malgrado, vengono coinvolti.