In dirittura d’arrivo il piano di esuberi previsti per lo stabilimento Unilever di Pozzilli, siglato nel mese di Agosto 2018.
L’accordo inizialmente prevedeva 41 licenziamenti collettivi.

L’intesa tra Sindacato, RSU aziendale e Territoriali Molisani (CISAL-CGIL-UIL-CISL), e Direzione Aziendale di Pozzilli, produsse un Accordo che attraverso investimenti aziendali e Flessibilità dei Lavoratori, riducevano tali licenziamenti ad un numero pari a 31 lavoratori.

Ad oggi 37 persone hanno trovato l’intesa con la Direzione Aziendale per la fuoriuscita entro il 31 dicembre p.v..
La Cisal è pienamente soddisfatta del risultato che ha previsto l’accompagnamento di 37 persone alla pensione con piena soddisfazione dei Lavoratori interessati.
Tale numero di lavoratori interessati, che si aggiungono anche a n.2 lavoratori riallocati, creano, secondo il Sindacato Aziendale e Territoriale le condizioni per valutare un bel numero consistente di assunzioni per il 2020.
Il Segretario Regionale Fialc-Cisal, Antonio Martone, unitamente alla RSU aziendale Cisal (Mario Scioli, Marcello Cerulli e Saverio Santilli), coinvolgeranno tutta la RSU e Tutte le sigle Sindacali Territoriali per una disamina congiunta, da farsi con la Direzione Aziendale Unilever di Pozzilli, per valutare la situazione dello stabilimento.
Mi sento di dire che siamo andati oltre qualsiasi tipo di aspettativa. La Cisal è stata fin dall’inizio convinta che si potessero raggiungere obiettivi importanti per l’abbattimento dei costi dello stabilimento di Pozzilli e creare, così, le giuste condizioni per la stabilità del complesso industriale.
E’ importante ora capire il futuro! Gli sforzi dei Lavoratori vanno premiati e, quindi, ci aspettiamo positivi riscontri in merito al futuro del nostro stabilimento.
La RSU Cisal, impegnata sempre in prima linea per capire in anticipo le strategie aziendali, promuoverà un tavolo in sede Assindustria per valutare il futuro che, a questo punto e con questi risultati non può avere strane sorprese.

Ci aspettiamo buone notizie da parte della Direzione Aziendale che siano coerenti rispetto a strategie con elementi motivazionali per i lavoratori volti a rilanciare la Produttività dello stabilimento.

Pozzilli, 04.12.2019 Antonio Martone