RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO DA CUS MOLISE

Trent’anni e non sentirli. Il Centro Universitario Sportivo del Molise, raggiunge, nell’anno che sta volgendo al termine un traguardo importante. Trent’anni dalla sua istituzione, trent’anni fatti di successi, grandi manifestazioni ospitate e splendidi risultati raggiunti anche in ambito agonistico. Alle soglie del 2020 abbiamo approfittato della disponibilità del presidente del Cus Molise, Maurizio Rivellino, per fare un bilancio degli ultimi dodici mesi e non solo.

Il Cus Molise ha spento nel 2019 la trentesima candelina dalla sua istituzione. Successi, manifestazioni, eventi hanno caratterizzato il centro universitario  sportivo in questi anni.

“Trenta anni di attività del Cus Molise sembrano molti se consideriamo i tanti successi sportivi agonistici ottenuti, oltre ai prestigiosi risultati in campo universitario sportivo. In realtà sono pochi rispetto ai tanti e impegnativi progetti che ci siamo prefissi di realizzare. Essendo impossibile nominare gli innumerevoli traguardi ottenuti, in estrema sintesi credo sia stato fondamentale richiedere ed ottenere dall’Unimol impianti sportivi di primo piano con i quali organizzare manifestazioni ed attività sportive a tutti i livelli”.

Indissolubile e proficuo è stato nel tempo  il connubio  con l’Unimol sempre vicina allo sport. Condivide?

“Condivido assolutamente. Ripeto sempre che il Cus Molise non ha senso di esistere senza la piena e fattiva collaborazione con l’Unimol. Negli anni siamo riusciti a stringere una relazione che va ben al di là della semplice attività di gestione impianti universitari e servizi sportivi.  Oggi il Cus Molise è parte integrante del processo di erogazione di servizi e formazione sportiva in favore degli studenti universitari. Grande merito dei risultati ottenuti dal Cus è proprio dell’Ateneo molisano, che sempre di più crede nello sport e nei suoi valori”.

L’anno che va in archivio, il Palaunimol è stato teatro di grandi sfide e di grandi imprese come la promozione in A2 del Cln Cus Molise.

“Se nel 2018 il Cus Molise è salito alle cronache nazionali sportive per l’organizzazione dei Campionati Universitari, il 2019 ha consacrato il Cus nelle alte sfere del Calcio a 5 con la promozione, tanto bella quanto inaspettata, della squadra del Cln Cus Molise, guidata da Marco Sanginario, nel campionato nazionale di A2. Da ricordare anche la partecipazione e l’organizzazione al Palaunimol della Final Eigth di coppa Italia di serie B, per la quale abbiamo ricevuto i complimenti di tutta la dirigenza nazionale del Calcio a 5, compreso il presidente della Divisione  Montemurro,  presente alla manifestazione”.

Al Cus Molise le attività vanno a gonfie vele: dai settori giovanili a tanti corsi per il fitness e non solo. Si registrano numeri importanti. Quale il segreto per questi successi?

“Le attività giovanili rappresentano da sempre la linfa vitale per le tante discipline sportive del Cus. Quest’anno abbiamo ricevuto le maggiori adesioni in termini di iscritti che complessivamente hanno superato le 500 unità, C’è stato poi il campus estivo che ha fatto registrare numeri da record. Per quanto riguarda invece il fitness e le numerose attività sportive, che nel 2019 hanno visto la partecipazione di circa 3.000 tesserati, da registrare la riorganizzazione delle sale del Palaunimol che hanno permesso un notevole miglioramento delle pratiche sportive”.

Ha rappresentato il Cus come Official Cusi alle Universiadi. Una bella soddisfazione, concorda?

“Il 2019 per il Cus è stato anche l’anno del rinnovo delle cariche per il prossimo quadriennio, con la mia riconferma, avvenuta nel mese di maggio, pochi giorni prima dell’elezione del nuovo Rettore dell’Unimol, Luca Brunese, al quale rivolgo i migliori auguri di buon lavoro per i suoi impegni nei prossimi sei anni. La prestigiosa nomina quale Official Cusi per le Nazionali maschile e femminile all’Universiade di Napoli 2019, al di là della personale gratificazione, ritengo sia prima un importante riconoscimento al Cus Molise e ai tanti collaboratori che quotidianamente si impegnano per ottenere i migliori risultati. A tal proposito, a nome del Cus Molise mi sento di rivolgere un sentito ringraziamento in particolare al prof. Germano Guerra, Delegato allo sport confermato dal nuovo Rettore, senza il quale in questi anni difficilmente saremmo riusciti a realizzare i successi ottenuti”.

Per il nuovo anno quali sono le prospettive del Cus Molise?

“Per il nuovo anno crediamo sia importante continuare a migliorare i servizi sportivi offerti con personale sempre più qualificato ed impianti in grado di soddisfare le diverse esigenze dei nostri tesserati. A tal fine è in programma la richiesta di nuovi impianti sportivi da avanzare all’Unimol nell’ambito del Campus universitario di Campobasso e per le sedi di Isernia e Termoli, per le quali nei prossimi anni abbiamo intenzione di sviluppare nuove attività sportive”.