Inquinamento: Venafro; Nola (M5s) chiede intervento Prefetto Consigliere, ripetuti sforamenti polveri sottili (ANSA)

– ISERNIA), 8 GEN – “Organizzare un tavolo tecnico a carattere di urgenza che preveda la presenza del Governatore della Regione, dei vertici nazionali dell’Anas e Ispra, dei rappresentanti dell’Arpa Molise e dell’Asrem e di tutti gli altri soggetti di cui Lei dovesse ritenere opportuna la partecipazione”. E’ uno dei passaggi della nota con la quale il consigliere regionale Vittorio Nola (M5s) chiede al Prefetto di Isernia, Cinzia Guercio, di intervenire al fine di affrontare la questione dell’inquinamento ambientale nella zona di Venafro e nell’area circostante dove la situazione piu’ preoccupante per la salute dei cittadini e per l’ambiente “deriva dai recenti e ripetuti sforamenti dei livelli di inquinamento da polveri sottili registrati dall’Arpa, attraverso le centraline posizionate nella citta’”.

Nell’area dell’isernino, desta invece preoccupazione la discarica di Isernia, situata in localita’ Tufo Colonoco. “E’ notizia recente – spiega Nola – che in tutti i Comuni limitrofi alla discarica si sta registrando un aumento dell’inquinamento dell’aria. Cio’ impone di procedere con la massima sollecitudine all’accertamento delle cause e alla rimozione degli eventuali effetti pregiudizievoli prodotti. Inoltre, la mancanza di programmi specifici e azioni mirate alla salvaguardia dell’ambiente, quali opere di bonifica dei siti contaminati da sversamenti di rifiuti o azioni volte alla riduzione dell’inquinamento derivante dal traffico su gomma, uniti al mancato aggiornamento dei Piani ambientali gia’ presenti – conclude – rappresentano una evidente carenza che non puo’ essere piu’ rimandata e che andrebbe al piu’ presto risolta”. (ANSA).