Le Cronache quotidiane durante l’emergenza Covid-19 hanno spesso fatto emergere quanto la mancanza di prevenzione, programmazione e gestione della sicurezza in ambito sanitario siano state causa di lutti, drammi per i pazienti e per i loro familiari che si sono ritrovati a vivere, in un tempo mutato, sospeso, divenuto incomprensibile, sovente insopportabile per tutti e, in special modo, per le persone che già vivono in un mondo velato come quello della Disabilità e per chi, con loro questo mondo lo vive.

L’Italia tutta sta vivendo un momento delicato, tra chiusure e ricerca di nuove strategie organizzative. In questo panorama si inserisce il CUS Consorzio Utilità Azienda che gestisce Strutture Residenziali e Semiresidenziali Psichiatriche in Puglia e nel Molise che con la solita e forte spinta del Presidente Domenico Mucci già dai primi giorni di Marzo ha iniziato a riprogrammare insieme ai suoi collaboratori le attività laboratoriali  delle  proprie Strutture tenendo ben presente quanto Il tema della disabilità psichica sia uno dei più delicati da affrontare. Presso il Centro Diurno “I Colori della Vita” di Isernia, struttura semiresidenziale accreditata, contestualmente alla decisione di proseguire l’attività riabilitativa durante l’emergenza Covid-19, si sono attivate una serie di azioni tese alla salvaguardia degli utenti e degli operatori. Già in data 7 marzo 2020 si è proceduto alla disinfezione di tutti i locali del Centro con un trattamento di nebulizzazione volumetrica e di spugnatura su tutte le superfici di lavoro. Successivamente sono state intensificate, da parte degli operatori, le operazioni di sanificazione giornaliere della struttura utilizzando specifici prodotti antibatterici e disinfettanti.

Il personale è stato dotato di occhiali protettivi, mascherine e guanti. Le attività laboratoriali sono state modificate in modo tale da limitare il numero di presenze contemporanee di persone, riservandole ai pazienti individuati dall’Equipe riabilitativa, in accordo con Il CSM di Isernia nella persona del Direttore Dott. Tommaso Gualano, per cui vi era una necessità inderogabile di supporto diurno. A questi utenti, oltre ai DPI, sono state impartite indicazioni sulle modalità di comportamento e distanziamento da seguire durante la permanenza all’interno del Centro Diurno. “E’ stato bello vedere quanto tutti gli utenti fossero entusiasti e collaborativi, quanto si sentissero amati e questo ci ha dato maggiore forza nel continuare per questa via”.

Per gli altri utenti sono stati definiti dei Programmi Alternativi comprendenti Colloqui individuali telefonici o in video chiamata. Grazie all’organizzazione del Centro Diurno per Utenti Psichiatrici” I Colori della Vita” di Isernia, ma il discorso vale per tutte le Strutture del CUS del Presidente Domenico Mucci, è stata garantita la continuità terapeutica e riabilitativa attraverso l’utilizzo di piattaforme di video chiamata.

Tutte le Strutture Diurne del CUS quella di Lucera, di Foggia e di Isernia hanno inoltre posto particolare attenzione alla condizione di vita degli utenti presso il proprio domicilio, assicurando nel pieno rispetto delle norme di distanziamento sociale, Prestazioni di Accesso Domiciliare. “Il fine ultimo è ed è stato quello di monitorare quotidianamente le sofferenze e le problematiche che emergevano e di adattare le risposte ai bisogni intercettati perché ognuno dei nostri utenti potesse, sentirsi amato e motivato a reagire alle difficoltà del momento.”

“E’stato impegnativo fare tutto questo ma noi del CUS ci crediamo ciecamente e faremo di tutto per raggiungere il nostro obiettivo continuando a lavorare in prima linea ed a proseguire assicurando in ogni momento ai nostri ospiti il pieno rispetto della loro Dignità, e della loro Diversità intesa come ricchezza di talenti.” Tutto ciò è stato possibile grazie all’impegno economico ed organizzativo assicurato dal Presidente del CUS Domenico Mucci che anche in assenza di aiuti regionali e statali ha assicurato ai propri dipendenti ed agli ospiti delle Strutture tutti i Dispostivi di Protezione Individuali e stilato Protocolli di Sicurezza per poter operare in totale sicurezza consentendo ai familiari degli uni e degli altri di vivere in tranquillità questo periodo difficile.