Campobasso, 1° giugno 2020 – «Malgrado la sobrietà dovuta alla circostanza di evitare occasioni di assembramento, il 74esimo anniversario della proclamazione della Repubblica non è affatto sminuito nella sua essenza e per nulla privato dei valori di cui è portatore.

Quest’anno il 2 giugno sarà celebrato all’insegna di un messaggio di unità e solidarietà che la Pattuglia acrobatica italiana ha anticipato in tutto il Paese tinteggiando il cielo con il Tricolore. Un tour che si concluderà a Roma e che farà da sfondo alla cerimonia del Capo dello Stato all’Altare della Patria. Dalla Capitale il Presidente Mattarella partirà alla volta di Codogno, il luogo dove “tutto” ha avuto origine.

Ci lasciamo alle spalle un periodo difficile, complicato, tragico per molte famiglie che hanno perso i propri cari, altri mesi impegnativi ci attendono sul fronte del Covid-19.

In occasione della Festa della Repubblica, è bello ricordare come nei momenti più critici del confinamento gli italiani abbiano trovato la forza di reagire e lottare riconsiderando, come mai prima era avvenuto, gli emblemi della Patria: l’Inno di Novaro-Mameli, cantato negli innumerevoli flash mob,  spontaneamente organizzati in tutto il Paese, e la bandiera italiana, esposta fuori dai balconi e dalle finestre delle case degli italiani.

Facciamolo anche domani, facciamo in modo che il Molise si stringa, in un grande abbraccio  virtuale, intorno ai valori della Repubblica e della Costituzione, che ne è figlia».

Il messaggio del presidente della Regione Molise, Donato Toma, in occasione della 74esima Festa della Repubblica.

 Ufficio Stampa

Presidente Regione Molise