Campobasso, 25 settembre 2020 – C’è grande attenzione sulla XXV edizione del Rally del Molise, la prova valida per la ‘Coppa Rally Aci Sport’ nell’ambito della settima zona col coefficiente massimo, quello cioè di 1,5, che consente di acquisire un punteggio maggiore rispetto alle altre competizioni e dà, inoltre, la possibilità di iscrizione anche alle vetture di classe WRC e WRC plus, di solito impegnate nel Mondiale della disciplina.

La kermesse molisana, oltre all’inserimento nella ‘Coppa Rally Aci Sport’, risulta anche all’interno del calendario della ‘Michelin Zone Rally Cup’, nonché tra le prove valide per la serie ‘R Italian Trophy’ che vede l’appuntamento del 17 ottobre terzo evento della settima zona dopo il Rally di Pico e quello del Gargano così da definire i qualificati per la finale di Como dell’8 novembre.

La competizione, inoltre, è parte integrante del trofeo monomarca della Renault ‘Corri con Clio’, di cui rappresenta la terza ed ultima tappa della settima zona. La rassegna curata in sinergia dall’Automobile Club Molise e dall’ufficio sport della struttura, col patrocinio dell’ente regione, sarà interamente legata quest’anno alla figura di Giuseppe Matteo.

Se, nelle ultime due edizioni, il trofeo a lui intitolato era collegato alla prova speciale in notturna nel centro cittadino di Campobasso, stavolta tutto l’appuntamento motoristico avrà su di sé il ricordo del grande appassionato di motori prematuramente scomparso a soli 37 anni.

Il vincitore assoluto, infatti, porterà a casa anche il trofeo ‘Giuseppe Matteo’, andando così a chiudere il percorso delle otto prove speciali di un terzo sabato del mese di ottobre che si annuncia particolarmente caldo, al di là di quelli che saranno i valori termici della giornata.