Romagnuolo: in Consiglio regionale una mia interpellanza sull’emergenza cinghiali nel Molise.
“Ho chiesto in Consiglio Regionale con una mia interpellanza, che vengano messe in atto delle misure urgenti volte alla tutela dell’incolumità dei cittadini e alla salvaguardia dell’intero settore agricolo e stradale garantendo, tra l’altro, dei sostegni economici agli agricoltori e a coloro che subiscono danni”.
È quanto dichiarato da Aida Romagnuolo di Fratelli d’Italia e Presidente della Terza Commissione. Nella mia interpellanza, ha continuato Romagnuolo, ho evidenziato lo stato di emergenza causato dall’aumento incontrollato dei cinghiali presenti sul territorio regionale che, sta mettendo in ginocchio l’intero settore agricolo e, risulta, totalmente fuori controllo al punto che enormi gruppi di ungulati si spingono fino al centro di moltissime  aree urbane e quindi, non più considerati straordinari dal momento che vengono abitualmente documentati da filmati e da tantissimi e fotografie. Ormai, ha detto Romagnuolo, gli avvistamenti avvengono in ogni zona, addirittura all’interno di giardini, davanti ai portoni di civili abitazioni, nelle aree private, mettendo così seriamente a rischio l’incolumità di bambini, di mamme, di anziani.
I dati forniti dalla Polizia Stradale, ha concluso Romagnuolo, ci conferiscono, assieme all’Abruzzo, il triste primato del più alto numero d’incidenti stradali attribuibili ai cinghiali, esponendo quindi quotidianamente gli automobilisti e i motociclisti a seri rischi anche mortali. Ho, chiesto quindi, di prorogare la caccia al cinghiale e di ristorare chiunque subisca danni causati dai cinghiali.