RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO DA GRUPPO CONSILIARE FILIGNANO C’E’

In merito alla esternazione del Sindaco pro tempore del Comune di Filignano sulla presunta “ bocciatura sonora “  o  fallimento del progetto “ Parco della Pietra “ , presentato dall’allora  consigliere delegato al Turismo ed attualmente consigliere di minoranza Di Meo Daniele , mi preme fare alcune considerazioni :

  • Tale progetto , teso alla iscrizione del nostro Comune nel registro dei paesaggi rurali presso il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, è stato sollecitato da me e redatto , gratuitamente,  da un professionista esperto di tutela del territorio e dell’Ambiente ;
  • Tale iscrizione avrebbe potuto portare lustro al Comune , caratterizzandolo per la notevole presenza di muri a secco , di ricoveri per pastori, di edicole votive che connotano il paesaggio di Filignano ;
  • Questo riconoscimento avrebbe potuto garantire l’accesso ad altri finanziamenti o occasioni di valorizzazione turistica del territorio e delle sue peculiarità ;
  • L’eventuale rigetto della istanza non rappresenta una “ sonora bocciatura “ o un “ fallimento del Consigliere Di Meo “ , come asserisce il Sindaco, ma una possibile riproposizione con le raccomandazioni del Ministero ;

Con l’accento e la sottolineatura fatta dal Sindaco di Filignano , e con gli aggettivi usati, si è voluto ridicolizzare un tentativo, fatto in buona fede e con grande impegno e spirito di servizio, da chi, evidentemente ha , con le sue iniziative e molteplici attività , messo in ombra l’inoperosità della attuale Amministrazione comunale .

Una massima che ricorre sui social recita ” Se perdi una battaglia non devi sentirti sconfitto, se continui a combattere per quello che credi “   e la mia storia e l’impegno sin qui dimostrato lo testimonia.

Comunque il Sindaco e la sua maggioranza solidale possono stare tranquilli, sin qui abbiamo operato per il bene della collettività , senza vincolo di mandato , anche se candidati in liste diverse da quelle della maggioranza consiliare, poiché abbiamo constatato chiusure, insopportazione ,insofferenza alle diverse iniziative intraprese, da questo momento interrompiamo ogni rapporto collaborativo con la maggioranza consiliare.

Resta inteso che, come minoranza consiliare, continueremo a lavorare per segnalare ritardi, inadempienze, omissioni, lentezze della azione dell’esecutivo .

Rafforzeremo , altresì, il rapporto collaborativo con gli altri due componenti della minoranza consiliare .

Buona fortuna.

Filignano, 14/03/2021

Gruppo Consiliare “ Filignano c’è “ Daniele Di Meo