Il decreto di riparto delle risorse alle Regioni per interventi di integrazione salariale straordinaria e mobilità in deroga per i lavoratori e le imprese delle aree di crisi complessa, firmato nelle scorse ore, è il frutto di tavoli di lavoro che questa Regione dà tempo ha instaurato con il Ministero competente per salvaguardare le imprese in difficoltà e i lavoratori del Molise, nello specifico gli operai della Gam.

I 3,7 milioni di euro – che rientrano nei 180 milioni di euro a carico del Fondo Sociale Occupazione e Formazione – sono il traguardo di un lungo operato di concertazione utile a
garantire agli operai dell’azienda avicola di Bojano un altro anno di CIGS.

Il 29 marzo scorso, alla riunione richiesta dalle organizzazioni sindacali È convocata dal Direttore dell’Agenzia regionale Molise Lavoro, in qualità di responsabile f.f. del Servizio Politiche per l’Occupazione del Dipartimento Terzo della Giunta regionale del Molise, per velocizzare i tempi di formalizzazione del comparto di risorse, alla stessa hanno partecipato:
– il Presidente della Giunta regionale dott. Donato Toma;
– l’Assessore regionale al Lavoro dott.ssa Filomena Calenda;
– il Direttore del Dipartimento Terzo della Giunta regionale dott. Claudio Iocca;
– il Direttore dell’ARML/f.f. del Servizio Politiche per l’Occupazione in epigrafe dott. Vincenzo Rossi;
– il funzionario del Servizio Politiche per l’Occupazione dott. Tonio Valentino Ferocino;

– per la Società GAM Srl: A.U. dott. Giulio Berchicci, dott. Nicolino De Socio;
– per la FLAI-CGIL: Florinda Di Giacomo;
– per la FAI-CISL: Raffaele De Simone, Giancarlo D’Ilio, Mario Izzi, Maria Pallotta;
– per la UILA-UIL: Primiani Raffaele;
– per la UGL: Riccardo Iraci, Giuseppe Di Iorio
ratificando l’accordo che oggi ha consentito la prproria di un ulteriore anno di ammortizzatori sociali per i 193 operai che lavorano per la GAM.

Nell’esprimere soddisfazione per la ratifica del decreto Va precisato che questi rappresenta il fabbisogno appena sufficiente a sostenere gli operai che rischiavano di rimanere senza reddito.

Questa è la dimostrazione che il lavoro di squadra – perché in questa missione hanno cooperato tutti e ognuno per il suo ruolo – porta indubbiamente a risultati ragguardevoli che ci consentono di continuare ad operare con ottimismo e entusiasmo per lo sviluppo e la crescita di questa regione.

L’assessore
Filomena Calenda