Riguardo al decreto 22 Aprile 2021 n 52 in vigore il 26 aprile, Paolo Santangelo, Presidente di Mio Molise, Movimento imprese ospitalità (Mio), chiarisce alcune interpretazioni errate del decreto.

RELATIVAMENTE AI CONTROLLI AVVENUTI IERI DA PARTE DELLA POLIZIA MUNICIPALE, A CAMPOBASSO, CON CONSEGUENTE CHIUSURA DI ALCUNI BAR ALLE 18:00, SENZA GIUSTIFICATO MOTIVO.

IN TUTTA ITALIA I BAR CON PLATEATICO ESTERNO SONO APERTI FINO ALLE 22:00 PREGHEREI DI FARE ATTENZIONE AL  PUNTO 2 – RIGUARDANTE L’ASPORTO PER COLORO CHE RIENTRANO NEI CODICI 56.03 (Bar, Pub, enoteche, attività senza cucina)

Inoltre la circolare del Ministero emanata il 24.04.2021 all’art. 4 precisa:

Attività dei servizi ii ristorazione (Art. 4)

Di particolare rilevanza e la previsione contenuta nella norma in esame che, a decorrere dal 26 aprile 2021, consente, in zona gialla, to svolgimento delle attività dei servizi di ristorazione con consumo al tavolo esclusivamente all’aperto e nella fascia oraria compresa fra le ore 5,00 e le ore 22,00.

Fino al 31 maggio p.v., pertanto, relativamente agli esercizi pubblici di somministrazione di alimenti e bevande, (Riguarda tutte le attività come da art. 5 della 287/91), il servizio al banco rimarrà possibile in presenza di strutture che consentano la consumazione all’aperto.

Si ritiene. inoltre, opportuno precisare che, per effetto della permanenza in vigore delle disposizioni di cui al d.P.C.M. 2 marzo 2021, non espressamente derogate dal decreto-legge in commento, continua ad applicarsi la limitazione contemplata dall’art. 27, comma 1, del citato d.P.C.M., secondo cui il consumo al tavolo e consentito per un massimo di quattro persone, salvo che siano tutte conviventi.

Analogamente, restano confermate Ie altre disposizioni di cui al citato art. 27 in quanto non in contrasto con la novella legislativa, e in particolare quella che fissa alle ore 18,00 il limite orario entro il quale e consentito l’asporto ai soggetti che svolgono come attività prevalente (prevelete come servizio bar) una di quelle identificate con codice ATECO 56.3. (Bar, Pub, Enoteche, attività senza cucina)

1) Fino al 31 maggio 2021 per gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, il servizio al banco sarà possibile in presenza di strutture che consentano la consumazione all’aperto.

Il consumo al tavolo è consentito per un massimo di quattro persone, salvo che siano tutte conviventi.

2) Alle 18:00 è fissato il limite orario entro il quale è consentito l’asporto ai soggetti che svolgono come attività prevalente una di quelle identificate dal codice Ateco 56.3.