Economia

BCC ROMA: entra nella top 20 delle banche italiane nella Classifica Mediobanca.

Pubblicato: 09-11-2022 - 417
BCC ROMA: entra nella top 20 delle banche italiane nella Classifica Mediobanca. Economia

BCC ROMA: entra nella top 20 delle banche italiane nella Classifica Mediobanca.

Pubblicato: 09-11-2022 - 417


La nota della BCC Roma

Con 15,1 miliardi di totale attivo nel 2021, BCC Roma è la 20esima banca italiana e la 1a del credito cooperativo. 



Longhi (Presidente BCC Roma): “Certificata la bontà del lavoro di BCC Roma, da sempre orientato alla corretta gestione dei conti e al sostegno di imprese e famiglie del territorio”. 



Roma, 9 novembre 2022 – BCC Roma entra, per la prima volta nella storia, nella top 20 delle banche italiane. È quanto emerge dall’analisi sulle principali società italiane, realizzata dall’Area studi di Mediobanca. Nella classifica delle principali banche italiane del 2021, in base al totale attivo tangibile, la Banca di Credito Cooperativo di Roma si posiziona ventesima, con 15,1 miliardi di totale attivo. BCC Roma è la prima banca di credito cooperativo in Italia, per totale attivo tangibile, impieghi, raccolta, patrimonio netto, utile netto e numero di sportelli.

La Banca, fondata nel 1954, oggi è presente nel Lazio, in Abruzzo, in Veneto e in Molise, con 187 agenzie, contando oltre 40mila soci.

Alla Presidenza, nel maggio 2022, è salito Maurizio Longhi, subentrato a Francesco Liberati, divenuto Presidente onorario. “Si tratta di un risultato encomiabile che voglio condividere con tutto il nostro personale, artefice di questi risultati, ma anche con i soci e i clienti della Banca”, ha commentato Maurizio Longhi. “Lo studio realizzato da Mediobanca certifica e premia il lavoro di BCC Roma, da sempre orientato alla sana e corretta gestione dei conti e al sostegno delle imprese e delle famiglie del territorio, con attenzione anche al mondo sociale e assistenziale, vista la nostra natura cooperativa. La Banca storicamente non ha mai fatto mancare il suo supporto, se pensiamo che negli ultimi dieci anni impieghi e raccolta sono cresciuti del 92% e del 72%. Continueremo su questa strada, consapevoli della sempre più forte necessità di aiutare le imprese e le famiglie, specie in un momento come quello attuale”, ha concluso Longhi. La Banca di Credito Cooperativo di Roma è la prima banca di Credito Cooperativo in Italia. Fondata nel 1954 con il nome di Cassa Rurale ed Artigiana dell’Agro Romano, opera nel Lazio, nell’Abruzzo interno, in Veneto e in Molise con 187 agenzie e oltre 150 servizi di tesoreria. I soci sono oltre 40mila.



BCC Roma fa parte del Gruppo Bancario Iccrea, il più grande gruppo bancario cooperativo italiano. Nel 2021 il Gruppo BCC Iccrea ha erogato impieghi alla clientela per complessivi 88,8 miliardi di euro, in crescita sul 2020 di 1,5 miliardi di euro, con un miglioramento della qualità creditizia generale.



Al 30 giugno 2022 BCC Roma conta su una raccolta allargata di 14,1 miliardi (+5%) e impieghi alla clientela per 9,7 miliardi (+5,6%). L’attivo dello Stato Patrimoniale è superiore a 15 miliardi. Gli assetti patrimoniali sono conferma della solidità aziendale con Fondi Propri (al 31/12/2021) per 870 milioni e un CET1 ratio pari al 18,2%. Negli ultimi dieci anni i volumi intermediati hanno mostrato una dinamica di crescita continua: la raccolta totale e gli impieghi sono aumentati rispettivamente del 72% e del 92%.

La Banca nella sua attività si ispira ai principi fondanti della cooperazione, quali la mutualità e la solidarietà, che si concretizzano nell’orientamento al cliente e nel radicamento sul territorio di riferimento, contribuendo a promuovere il benessere delle comunità dove opera e il loro sviluppo economico e culturale attraverso un’attiva azione di responsabilità sociale.





Articoli Correlati