Tradizioni

La Natività di Agnone dedicato al dramma della Guerra in Ucraina

Pubblicato: 22-11-2022 - 205
La Natività di Agnone dedicato al dramma della Guerra in Ucraina Tradizioni

La Natività di Agnone dedicato al dramma della Guerra in Ucraina

Pubblicato: 22-11-2022 - 205


La natività di Agnone dedicata all'Ucraina

COMUNICATO STAMPA 



IL DRAMMA DELLA GUERRA IN UCRAINA NELLA NATIVITA’ PIU’ LONGEVA DEL MOLISE

Tutto pronto per la 62^ edizione del presepe vivente di Agnone. L’appuntamento è per il 24 dicembre dopo la Ndocciata della Tradizione. L’evento dedicato all’attrice Paola Cerimele 



La guerra in Ucraina e il dramma di donne e bambini, i temi del Presepe vivente di Agnone che sarà messo in scena la sera della Vigilia di Natale (24 dicembre) dal Cenacolo Culturale ‘Camillo Carlomagno’ e dalla compagnia teatrale le ‘4C’. 

Caino vincerà ancora? Il titolo scelto dagli organizzatori in particolare da Giorgio Marcovecchio che da anni prepara i testi della Natività più longeva del Molise. 

La rappresentazione, come ogni anno, si caratterizza per i contenuti sociali e di forte attualità che lanciano messaggi di riflessione. 

L’appuntamento è in Largo Sabelli lungo la scalinata della chiesa Sant’Antonio Abate che farà da cornice all’evento.

In tutto una cinquantina tra attori e tecnici coinvolti nella preparazione delle scene guidate dal regista Saverio La Gamba per la direzione artistica di Giuseppe De Martino. Tra gli interpreti anche Ahmed Abdi Mohamed, 21enne somalo e appartenente al progetto Sai, che indosserà i panni di un re magio. 

Il Bambin Gesù sarà interpretato da Brando Orlando tra gli ultimi nati ad Agnone che vuole essere luce e speranza di chi con caparbietà resiste a viverenelle aree più periferiche della nazione. La scenografia curata da Paola Patriarca, mentre la selezione musicale vede l’impegno di Roberto e Tancredi Carlomagno. 

La 62^ edizione del Presepe vivente di Agnone sarà dedicata all’attrice Paola Cerimele, scomparsa tragicamente in un incidente stradale e a padre Aldo Parente, il frate cappuccino amato dai giovani, volato in cielo il 27 ottobre scorso.  



“Si tratta di due figure molto importanti per l’intero territorio il cui ricordo resta incancellabile – dichiara Giuseppe De Martino -. A riguardo, nel corso dell’edizione di quest’anno, grazie allo sforzo dei nostri tecnici, riproporremo la scena dell’Annunciazione che nel 1993 fu interpretata da una meravigliosa Paola Cerimele nei panni dell’angelo Gabriele. Sarà un momento di forte commozione che vuole essere un tributo ad una figlia del Molise che della recitazione ha fatto la sua ragione di vita. Paola, come padre Aldo, maestro di insegnamenti unici per centinaia di giovani, continuano a vivere tra noi e la sera del 24 dicembre il loro ricordo verrà trasmesso nonché scolpito nei cuori delle generazioni future”. La Natività di Agnone sarà trasmessa in diretta su TLT Molise (Canale 77 del digitale terrestre) e sul sito www.tltmolise.it a partire dalle ore 18,45.


Gallery dell'articolo





Articoli Correlati