Politica

Fondazione Lello Lombardi, governatore Toma riceve visita della presidente: “Grazie per l'opera di divulgazione della cultura storico-politica italiana”.

Pubblicato: 04-04-2023 - 460
Fondazione Lello Lombardi, governatore Toma riceve visita della presidente: “Grazie per l'opera di divulgazione della cultura storico-politica italiana”. Politica

Fondazione Lello Lombardi, governatore Toma riceve visita della presidente: “Grazie per l'opera di divulgazione della cultura storico-politica italiana”.

Pubblicato: 04-04-2023 - 460


La nota del governatore della Regione Molise Donato Toma

Il presidente della Regione Molise Donato Toma ha ricevuto questo pomeriggio a palazzo Vitale la dottoressa Angela Lombardi, presidente della Fondazione Lello Lombardi, intitolata al padre, compianto avvocato e politico isernino eletto per quattro legislature al Senato della Repubblica nelle liste della Democrazia Cristiana nel collegio di Campobasso-Isernia, dopo essere stato consigliere e assessore regionale.



“Una visita molto gradita – ha detto il presidente – nel corso della quale abbiamo parlato della politica di ieri e di oggi, in particolare del notevole contributo dato dal padre, nell'attività svolta al Senato e come Sottosegretario in quattro governi, e alla politica molisana. Il Senatore Lombardi ha combattuto diverse ‘battaglie’ per il Molise, una di queste è legata al suo impegno per l’istituzione delle Università nel Meridione”.



In proposito la dottoressa Lombardi ha omaggiato il presidente con il volume a cura di Giuseppe Iglieri su ‘Il Mezzogiorno e la questione universitaria’ che, a 40 anni dall’approvazione della legge istitutiva di ‘nuove’ Università nel Mezzogiorno, ripercorre le tappe che hanno portato alla nascita dell’ateneo molisano. “Un volume – ha detto Toma – che evoca i giorni di una politica nobile e che, in virtù della disponibilità della documentazione inedita del Fondo Lello Lombardi, resa possibile dalla Fondazione, contribuisce a una opportuna e illuminante divulgazione della cultura storico-politica italiana” ha concluso.





Articoli Correlati