Tradizioni

Il Molise protagonista di “Sestos” appuntamento internazionale del folklore in programma in provincia di Sassari. Micone: “Vetrina culturale straordinaria”.

Pubblicato: 24-05-2023 - 574
Il Molise protagonista di “Sestos” appuntamento internazionale del folklore in programma in provincia di Sassari. Micone: “Vetrina culturale straordinaria”. Tradizioni

Il Molise protagonista di “Sestos” appuntamento internazionale del folklore in programma in provincia di Sassari. Micone: “Vetrina culturale straordinaria”.

Pubblicato: 24-05-2023 - 574


La nota della Presidenza del Consiglio regionale del Molise

Campobasso, 23 maggio 2023.  Il prossimo 27 maggio, si terrà ad Ittiri, in provincia di Sassari, la XIII edizione di “Sestos” appuntamento internazionale del folklore, delle danze e delle tradizioni popolari provenienti da tutto il mondo. Evento di elevato spessore a cui prenderanno parte studiosi ed esperti del vestiario popolare di fama mondiale, evento che rappresenta anche una straordinaria vetrina per il turismo e la cultura delle tradizioni popolari. Anche il Molise sarà presente a questo grande appuntamento con Antonio Scasserra, esperto di costumi e gioielli molisani e proprietario della “Collezione Scasserra”,  raccolta di costumi originali, gioielli antichi e foto d’epoca,  un patrimonio unico, di assoluto valore storico ed artistico. Collezione che di recente ha ottenuto, dopo un lungo iter amministrativo, condotto congiuntamente dalla Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio del Molise e dall’Istituto Centrale per il Patrimonio Immateriale di Roma, il ‘Decreto di dichiarazione dell’interesse culturale’ e quindi come bene culturale di un’importanza tale da essere sottoposto a vincolo e quindi tutelato dallo Stato. Per tali ragioni e come custode e promotore di storia, tradizioni e saperi molisani, lo scorso gennaio, Antonio Scasserra è stato insignito dalla Presidenza del Consiglio regionale del Molise come Eccellenza molisana.



“Sapere che il Molise partecipa ad un evento così importante –ha dichiarato il Presidente Micone- è motivo di orgoglio e fierezza per la nostra regione e per ogni molisano, oltre ad essere una concreta chance per il nostro territorio nell’ottica di divulgazione della  conoscenza e della promozione del nostro patrimonio culturale e storico ben oltre i confini regionali e come momento di scambio culturale con popoli diversi. Un grande in bocca al lupo ad Antonio e grazie per aver permesso al Molise di vivere questa irripetibile esperienza!”.





Articoli Correlati