Cultura

Venafro: biblioteca comunale, evitata la chiusura. La giunta Ricci ne affida la gestione ad una associazione.

Pubblicato: 13-10-2023 - 370
Venafro: biblioteca comunale, evitata la chiusura. La giunta Ricci ne affida la gestione ad una associazione. Cultura

Venafro: biblioteca comunale, evitata la chiusura. La giunta Ricci ne affida la gestione ad una associazione.

Pubblicato: 13-10-2023 - 370


La nota del comune di Venafro

Si avvia a soluzione la problematica relativa alla chiusura attuale della biblioteca comunale De Bellis-Pilla-Morra.



Ieri sera la Giunta Comunale ha approvato un atto di indirizzo per affidare a un’associazione di volontariato la gestione dei servizi bibliotecari. Ci sarà a breve un avviso pubblico per individuare l’associazione che per un periodo di 6 mesi, rinnovabili per altri 3 semestri, avrà cura di garantire il funzionamento della biblioteca.“L’interruzione dei servizi – ricorda il sindaco Alfredo Ricci - si è resa necessaria a seguito del pensionamento del bibliotecario, che non si è potuto rimpiazzare immediatamente in quanto, come noto, il piano di riequilibrio economico-finanziario in cui il Comune si trova (per i debiti pregressi) pone una serie di limiti alle assunzioni”.A tal riguardo, proprio in questi giorni si sta definendo la nuova programmazione del fabbisogno di personale, che sicuramente prevedrà un concorso per assumere il nuovo bibliotecario. “E’ assolutamente necessario dare una prospettiva di lungo periodo alla biblioteca – sottolinea il sindaco Ricci - e soltanto un dipendente dedicato a tempo pieno alla cura dei servizi bibliotecari può garantirlo. Per arrivare a questo obiettivo sarà necessario espletare un concorso, dopo avere, però, ottenuto la necessaria autorizzazione da parte del Ministero dell’Interno”.“Nel frattempo, però, crediamo che sia, altresì, prioritario restituire alla città un importante luogo di cultura e aggregazione quale la biblioteca De Bellis-Pilla-Morra – continua il primo cittadino - e per questo ieri in Giunta abbiamo deciso di procedere con l’affidamento della gestione a un’associazione di volontariato. Sarà questa l’occasione per rilanciare anche nuove iniziative all’interno di quegli spazi, che vanno riaperti quanto prima alla fruizione dei tanti utenti e rilanciati con altre proposte. Per questo la procedura per individuare l’associazione che gestirà la biblioteca ha la massima priorità e sarà svolta in tempi rapidi, in modo da arrivare nel più breve tempo possibile alla riapertura della biblioteca”



 





Articoli Correlati