Ambiente

Pizzone II: gravissimo estromettere il coordinamento dall’incontro con Enel. Calpestati gli interessi delle comunità locali.

Pubblicato: 06-12-2023 - 635
Pizzone II: gravissimo estromettere il coordinamento dall’incontro con Enel. Calpestati gli interessi delle comunità locali. Ambiente

Pizzone II: gravissimo estromettere il coordinamento dall’incontro con Enel. Calpestati gli interessi delle comunità locali.

Pubblicato: 06-12-2023 - 635


La nota del Coordinamento No Pizzone II

Pizzone.  L’incontro a porte chiuse tra i rappresentanti dell’ amministrazione comunale di Pizzone e i funzionari di Enel per illustrare il nuovo progetto relativo alla centrale Pizzone due, la dice lunga sulla chiarezza e sul confronto che ci si auspicava in merito a questo mega impianto che dovrebbe nascere nel cuore del Parco Nazionale d'Abruzzo Lazio e Molise in un contesto di alto valore ambientale, storico, archeologico, turistico. Non è la prima volta che il sindaco Di Cristofano evita di informare la popolazione tutta in merito a ciò che avviene nel comune in seguito alla proposta di Enel. Il primo cittadino ha incontrato a porte chiuse i funzionari del gruppo energia nonostante una precisa e tempestiva richiesta ufficiale di partecipazione inviata dal Coordinamento. Il sindaco Di Cristofano si comporta come se la questione fosse un affare privato, ignorando volutamente che la faccenda riguarda l’intera valle del Volturno e ben due regioni, visto che l’area punta ad essere volano di sviluppo turistico per il nostro Molise e il vicino Abruzzo. Stamattina, il primo cittadino si è chiuso nei “suoi” appartamenti e ha “conferito” con Enel tenendo fuori con tanto di Carabinieri a presidiare le porte una ventina di cittadini del Coordinamento.



Ed è questo che ci lascia basiti, perché se l’amministrazione non avesse avuto nulla da nascondere, perché non aprire le porte ai cittadini ? Perché nascondersi? Forse perché, come da alcune interviste, la prospettiva di sviluppo che questa amministrazione vede dietro un progetto come questo è la possibile apertura di un bar? Spera davvero che, in questo modo, il coordinamento e tutti i cittadini che si sono schierati contro questo scellerato progetto smettano di protestare e di urlare a gran voce il loro dissenso? Ebbene, non è così, perché questo è un comportamento antidemocratico che non si addice a quella che dovrebbe essere una casa di vetro trasparente, soprattutto tenendo conto della posizione negativa della stragrande parte della popolazione rispetto al progetto. Il coordinamento, alla luce del fatto gravissimo avvenuto stamattina, continuerà a denunciare a gran voce la scorrettezza e la mancanza di trasparenza di questa amministrazione.


Gallery dell'articolo





Articoli Correlati