Cultura

Capitale Italiana della Cultura: vince L'Aquila sfuma il sogno di Agnone.

Pubblicato: 14-03-2024 - 591
Capitale Italiana della Cultura: vince L'Aquila sfuma il sogno di Agnone. Cultura

Capitale Italiana della Cultura: vince L'Aquila sfuma il sogno di Agnone.

Pubblicato: 14-03-2024 - 591


Questa mattina la premiazione. Trionfa l'Abruzzo con l'Aquila

Giovedì 14 marzo 2024 (ore 11.00), a Roma, al Ministero della Cultura (Sala Spadolini - via del Collegio Romano, 27), si è svolta la cerimonia di proclamazione della città vincitrice del titolo di Capitale italiana della Cultura 2026.



Sono intervenuti il Ministro della Cultura, Gennaro Sangiuliano e la Giuria presieduta da Davide Maria Desario.



Le città finaliste, che hanno presentato i loro dossier in due audizioni pubbliche, che si sono svolte il 4 e il 5 marzo scorsi, sono dieci:



Agnone (Isernia), “Agnone 2026: Fuoco dentro. Margine al centro”; 



Alba (Cuneo), “Vivere è cominciare. Langhe e Roero, un’altra storia”;



Gaeta (Latina), “Blu, il Clima della cultura”;



L’Aquila, “L’Aquila. Città Multiverso”;



Latina, “Latina bonum facere”;



Lucera (Foggia), “Lucera 2026: Crocevia di Popoli e Culture”;



Maratea (Potenza), “Maratea 2026. Il futuro parte da un viaggio millenario”;



Rimini, “Vieni oltre. Il futuro qui e ora”;



Treviso, “I sensi della Cultura”;



Unione dei Comuni Valdichiana Senese (Siena), “Valdichiana 2026, seme d’Italia”. 



Presenti in sala tutti i sindaci dei comuni interessati e naturalmente per il Molise il sindaco di Agnone Daniele Saia e il presidente Francesco Roberti. Dopo gli interventi del Ministro Sangiuliano e del presidente di giuria Desario, i collegamenti con i sindaci di Pesaro capitale Italiana della cultura 2024 e Agrigento capitale Italiana della cultura 2025. La decisione della commissione subito dopo. L"Aquila sarà Capitale della Cultura 2026.


Gallery dell'articolo





Articoli Correlati