Tradizioni

Tradizioni: “E tu pè chi vuete?”. La nuova commedia satirica di Pasquale Lombardi completamente in dialetto tipico di Fornelli.

Pubblicato: 24-02-2016 - 380
Tradizioni: “E tu pè chi vuete?”. La nuova commedia satirica di Pasquale Lombardi completamente in dialetto tipico di Fornelli. Tradizioni

Tradizioni: “E tu pè chi vuete?”. La nuova commedia satirica di Pasquale Lombardi completamente in dialetto tipico di Fornelli.

Pubblicato: 24-02-2016 - 380


FORNELLI.  Un libro tira l'altro. La regola vale anche per Pasquale Lombardi. Subito dopo Perchè ci chiamiamo così sull'origine dei soprannomi, ecco E tu pe' chi vuote?, una commedia satirica sulle elezioni, anch'essa in vernacolo.  La nostra redazione ha avuto il piacere di intervistare l’autore di questo nuovo lavoro.

Andiamoci piano. Il lavoro sui soprannomi, fatto con Pasquale Pilla, in realtà è semplicemente una ricerca sull'origine dei soprannomi di Fornelli, il nostro paese.

Che ha avuto un grande successo a quanto pare.

Stiamo lavorando alla seconda edizione.

Quest'ultimo tuo lavoro riguarda le elezioni. Hai voluto tuffarti nella campagna elettorale o sei stato spinto dalla tua esperienza amministrativa a Fornelli?

Beh, diciamo che l'esperienza recente al Comune di Fornelli ha contato molto. Quella delle elezioni in 33 Comuni nella prossima primavera è solo una fortunata coincidenza.

Perchè un argomento tanto importante lo tratti così, in maniera quasi comica?

Perchè ho inteso svelenire l'atmosfera da guelfi e ghibellini che ancora resiste in occasione delle elezioni comunali, specie nei centri più piccoli. Tutta la commedia è attraversata da questo mio tentativo.

E' per questo che alla fine della commedia lanci una specie di manuale agli elettori e ai candidati?

Esatto, pur riconoscendo che le polemiche sono il sale delle elezioni.

Ci sveli questo manuale?

Lasciamolo al gusto dei lettori e..dei candidati.

Perchè parli di elezioni e di programmi servendoti di personaggi che non ci sono più?

Per dimostrare che da allora è cambiato poco e per la ragione che accennavo: evitare le guerre, che sono sempre dannose. I personaggi che discutono di elezioni sono portatori di valori puri e sinceri. Non ha importanza se i giovani non li conoscono.

Dunque, è' sicuro che la commedia piacerà anche ai giovani?

Ne sono certo. La commedia tratta temi di attualità. Dalla disoccupazione giovanile agli immigrati, dalla crisi della Chiesa all'uso di facebook e quindi dell'avvento, per certi versi drammatico, della comunicazione in rete.

Verrà pure rappresentata? E dove?

Mi auguro di sì in quanto il ricavato andrà all'Associazione culturale “Il Melograno”. Per la rappresentazione, il luogo privilegiato ovviamente è Fornelli, ma nella commedia sono presenti richiami simpatici a Isernia, a Colli a Volturno, a Macchia d'Isernia, a Cerro al Volturno, a centri dell'Abruzzo.

Tutto in vernacolo.

Quasi tutto, anche se è cosa abbastanza complessa mettere in fila parole in dialetto perfino per uno come me che ha avuto la fortuna di scrivere cose in vernacolo avendo come maestri gli scrittori Franco Ciampitti e Sabino D'Acunto.         Michele Visco.


commedia-web





Articoli Correlati


cookie