ROCCHETTA A VOLTURNO. Nei giorni scorsi è stata promossa ed organizzata dall’amministrazione comunale di Rocchetta a Volturno la terza proiezione del film documentario di Pierluigi Giorgio dal titolo “Moulin , il poeta del Pastello”. Una serata offerta alla gente di Castelnuovo al Volturno, piccolo centro che ospitò dal 1919 al 1960 questo grande artista francese. L’emozione era palpabile davanti agli occhi di chi ha avuto il privilegio di conoscerlo o di coloro che hanno saputo di lui dai loro stretti parenti. Mssiù Mulè per i castelnovesi rappresenta una sorta di mito mai scomparso. Il tutto grazie all’interpretazione di Pierluigi Giorgio che ne ha curato anche testo e regia dopo che ne aveva scoprto 25 anni fa la sua su suggestiva vicenda. I cittadini del posto hanno potuto ammirare i paesaggi spettacolari ripresi con capacità tecnica da William Mussini ed apprezzare l’ora e un quarto di filmato in totale ed emozionato silenzio. “E’ come se Charles Moulin fosse stato riportato simbolicamente a Castelnuovo al Volturno. Il comune – ha spiegato il sindaco Teodoro Santilli presente in sala alla proiezione – ha puntato sul progetto a lui dedicato ed ha in serbo svariati progetti a favore di Moulin e del riscontro culturale e turistico che ricadrà sulla nostra zona”.

Molto emozionato anche Pierluigi Giorgio. “Senza di voi e la vostra ospitalità io non sarei riuscito a portare a termine la mia ricerca in maniera così esauriente. Mi avete accolto – ha concluso Pierluigi Giorgio – un po’ come anni fa la vostra gente fece con Mssiù Mulè! E’ un lavoro che dedico a Moulin che primo lo merita e a voi”. A breve verranno organizzate altre proiezioni a Termoli, Campobasso ed Isernia. Red. News.

Santilli, Giorgio e Tina Castrataro (amica di Moulin)
Santilli, Giorgio e Tina Castrataro (amica di Moulin)