Il sindaco Stefania Passarelli attacca il direttore dell’associazione Krimar.

POZZILLI. Il primo cittadino Stefania Passarelli ha sporto denuncia contro il presunto direttore dell’associazione Krimar. Lo ha reso noto pochi minuti faa sulla sua pagina Facebook. La prima cittadina, nella mattinata odierna, avrebbe inviato alcuni tecnici comunali e agenti della Polizia Municipale in una civile abitazione di via Belvedere, 2, per effettuare un sopralluogo all’interno della struttura, Qui la sorpresa. La struttura dovrebbe ospitare 19 migranti, arrivati proprio questo pomeriggio in paese. L’amministratore dell’associazione, al momento del controllo era assente. C’era, come raccontato da Stefania Passarelli su Facebook, un signore che pare si sia identificato come il “direttore” del centro. L’uomo, però, alla richiesta di entrare, ha negato l’accesso ai funzionari, rifiutandosi di rispondere alle domande di Vigili Urbani.

POST STEFANIA PASSARELLI FACEBOOK:

Alle ore 12,00 su richiesta della sottoscritta ho inviato l’ufficio tecnico e la Polizia Municipale a fare il sopralluogo alla civile abitazione in via Belvedere,2 che dovrebbe ospitare i 19 migranti. L’amministratore dell’associazione era assente, era presente un signore che si e’ identificato come “direttore” il quale ha negato l’accesso ai funzionari e si e’ rifiutato di rispondere alle domande della Polizia Municipale. Adiremo per le vie legali sporgendo denuncia penale.
Ultime informazioni acquisite:
L’associazione Krimar non risulta essere ne proprietaria, ne locataria del fabbricato in via Belvedere,2.
Mi chiedo a che titolo l’associazione Krimar abbia gia’ ottenuto un visto dalla Prefettura.
Si avvisa la cittadinanza di Pozzilli di verificare eventuali proposte di acquisto di immobili. Si presentano per acquistare immobili per uso abitativo e personale ed invece e’ finalizzato a centri di accoglienza
”.