CAMPOBASSO. Alle ore 13.00 dello scorso 24 settembre sotto i raggi di un timido sole autunnale le otto rappresentative che si sono sfidate nella 40^ edizione del Memorial Prospero Musacchio  hanno fatto il loro ingresso-dopo aver gustato un pranzo a base di prodotti tipici molisani-al campo scuola “Nicola Palladino” di Campobasso. Poco dopo alla presenza del FTR Daniela Sellitto si è proceduto alla riunione tecnica per poi dare inizio alle gare vere e proprie. Impeccabile il contributo offerto dal Gruppo Giudici di Gara, prezioso ed indispensabile l’apporto dei tanti volontari presenti e nutrito il tifo di curiosi ed appassionati che hanno avuto modo di assistere a gare di elevato spessore.

Straordinaria al riguardo è stata la prestazione di Simone Di Cerbo (Ideatletica Aurora) che ha conquistato il primo posto nella classifica 2016  nel salto con l’asta-categoria Cadetti. 4.50 m la misura di Simone, che tra gli applausi e le urla di gioia non solo dei compagni di squadra campani, ma di quanti hanno avuto la sorte di poter seguire dal vivo il suo mirabile salto. Copiosi i PB centrati dai giovani atleti in gara. Mattia Mecozzi con il tempo di 36.03 è ora terzo in Italia nei 300piani, Michele Santeramo con il tempo di 6.00.65 è terzo in Italia nella graduatoria 2016 relativa ai 2000m, anche Emanuele Santoro  è terzo nella medesima graduatoria, ma relativa ai 300hs, chiusi col crono di 39.72. PB anche per Agnese Soli nel salto con l’asta-2.90m la sua misura, per Samuele Gadaleta nei 1200siepi-3.28.14 il suo tempo, per Matteo Colletta nel salto in alto 1.72m il suo risultato, per Ignazio Tridente nel lancio del disco-37.70m il suo risultato, per Asia Carulli negli 80hs-13.01 il suo tempo, per Alessia Mariani nel getto del peso-10.41m la sua misura e per Simona Cuciniello nel lancio del giavellotto gr.400-38.63m il suo risultato.

E se gli ospiti con concentrazione ed impegno hanno ultimato le proprie gare anche i nostri corregionali con sacrificio e a denti stretti hanno affrontato le varie discipline. Gradino più alto del podio nel salto in lungo per Luca Ciavone e per Greta Fraraccio entrambi tesserati con l’Atletica Isernia- 6.58m e 5.23m i loro rispettivi risultati. Terzi nel salto triplo Francesco Palladino (Polisportiva Molise) e Gaia Razzante (NAI)- 12.23m e 9.98m i loro risultati, per Gaia è stato anche Personal Best. Ed ancora. Terzi nel lancio del giavellotto Alessio Colarusso e Sara Di Pasquale-47.73m e 30.33m i loro rispettivi risultati.

Ad alternarsi nella cerimonia delle premiazioni Concetta Balsorio, presidente FIDAL Abruzzo, Giuseppe Scorzoso, presidente FIDAL Marche, Matteo Iacovelli, presidente FIDAL Molise, Guido Cavaliere e Antonio Rosari-rispettivamente presidente CONI Molise e delegato provinciale CONI Molise, il grande Maurizio Leone, atleta di spicco nella corsa campestre e nel mezzofondo,Tonino Bussone, tecnico storico della Polisportiva Molise, Dino Mucci-vice presidente FIDAL Molise, Luca Rosa, Cinzia Calabrese e Antonio Izzi-consiglieri della locale federazione e Daniela Sellitto-FTR. Circostanza rara per più di uno dei Cadetti che ha conquistato il podio è stata ricevere ieri-24 settembre 2016-medaglia e T-Shirt ricordo dell’evento dalle mani di un Campione quale è stato Donato Sabia, oro negli 800m agli Europei di Göteborg, tre presenze alle Olimpiadi(due da atleta con un quinto ed un settimo posto Los Angeles ed a Seul ed una da tecnico) ed un quarto posto ai mondiali di Helsinki per citare soltanto alcuni dei brillanti risultati conseguiti dal più che talentuoso atleta lucano.

Dunque un’edizione di questo memorial davvero positiva. Non sono mancati euforia, entusiasmo, emozioni ed applausi nel momento in cui Lorenzo Costa, speaker impeccabile della manifestazione, ha letto la classifica del citato memorial che ha visto trionfare la rappresentativa pugliese, seguita da Marche, Campania, Abruzzo, Umbria, Molise, Basilicata e Calabria.