Il sindaco Remo Di Ianni traccia un bilancio complessivo della situazione economica dell’ente.

 CERRO AL VOLTURNO.  Si è riunito nella serata di ieri il Consiglio Comunale di Cerro al Volturno convocato dal primo cittadino Remo Di Ianni. All’ordine del giorno diversi argomenti di grande importanza. Punto fondamentale della serata l’approvazione del bilancio di previsione 2017-2019 in aula. Il documento programmatico – economico segna un passo in avanti nel modo di amministrare e pensare al futuro da parte del sindaco Di Ianni e dei suoi amministratori di maggioranza che lo hanno votato con grande soddisfazione. Continua senza sosta l’opera di risanamento dai debiti accumulati da “capestri” gestioni amministrative del passato. Fino ad ora sono state investite buona parte delle risorse dell’ente, circa 170mila euro, per risanare i debiti pregressi. Opera che andrà a compimento nel 2018-2019 quando i debiti saranno quasi completamente ripianati.

Altro elemento fondamentale che emerge dal bilancio di previsione è quello riguardante il blocco delle tariffe. L’Amministrazione cittadina non ha aumentato nessun tributo e non ha toccato assolutamente le tariffe dei servizi sociali (scuolabus e mensa scolastica). In tal senso sono state previste in bilancio risorse da utilizzare per l’inclusione sociale e l’aiuto nei confronti delle persone indigenti.  Altro elemento da sottolineare è quello riguardante gli investimenti sul territorio, dove ci si concentrerà molto su arredo urbano e viabilità comunale.

L’Amministrazione Di Ianni sta continuando, poi, la lotta all’evasione tributaria, avviandosi con una prospettiva rosea verso il futuro prossimo durante il quale il flusso tributario dovrebbe andare a normalizzarsi completamente. “Se pagano tutti, pagano tutti meno”. Queste le parole del sindaco durante lo svolgimento dell’assise civica nella serata di ieri, rispettando così il principio di equità sociale. Infine, l’assise di Cerro al Volturno ha approvato l’importantissima presa d’atto della volontà di cessione all’ente comunale, da parte dei proprietari, del Castello Pandone. Progetto fondamentale per il rilancio turistico e dell’indotto economico dell’intero territorio comunale come ribadito dal sindaco Remo Di Ianni. Castello-web