ISERNIA. Un duro colpo al mercato illegale dei prodotti contraffatti è stato inferto dalle fiamme gialle di Isernia

Nell’ambito di servizi mirati alla repressione dell’abusivismo, alla contraffazione ed al commercio di prodotti insicuri predisposti in occasione della tradizionale “fiera della cipolla”, i militari della  Guardia di Finanza hanno sequestrato circa  1000 articoli tra  occhiali da sole, etichette adesive e giocattoli,  delle griffes più in voga, quali “Ray Ban”, “Dior”, “Gucci”, “Louis Vuitton”, “D&G” “Giorgio Armani” etc, palesemente contraffatti.

Nel corso dei controlli nei confronti dei venditori ambulanti presenti nella fiera, i finanzieri approfondivano gli accertamenti in particolare nei confronti di due soggetti extra-comunitari, in quanto insospettiti della genuinità  degli articoli esposti per la vendita,  accertando che la merce, tutta priva di documentazione fiscale, era contraffatta.

Nei confronti dei due soggetti, oltre al sequestro di tutti i prodotti, è scattata la denuncia alla competente A.G. per “introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi” e “ricettazione”.  Inoltre, poiché uno dei due soggetti è risultato privo del permesso di soggiorno, dopo gli accertamenti di rito, è stato altresì deferito alla A.G. per essersi intrattenuto illegalmente nel territorio nazionale.

Sempre in tale ambito, si procedeva al sequestro di numerosi “CD musicali e DVD cinematografici” (circa 300 articoli) illecitamenti riprodotti e sprovvisti del marchio SIAE, esposti su di una bancarella,  per la vendita al pubblico. Anche in questo caso, i supporti audiovisivi illecitamente riprodotti sono stati sottoposti a sequestro e il responsabile denunciato per violazione alla legge nr. 633/1941 e successive modificazioni e integrazioni.

Ora le indagini della Guardia di Finanza, sotto la direzione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Isernia, saranno indirizzate ad accertare la provenienza della merce ed eventuali responsabilità di altri soggetti.