Il presidente Antonio Carrara detta le normative da seguire da parte degli enti locali.

PESCASSEROLI. In una nota inviata ai Comuni Molisani del Parco Nazionale d’Abruzzo lazio e Molise, La direzione dell’Ente comunica di mettere in atto tutte le iniziative mirate alla prevenzione del fenomeno degli incendi boschivi con particolare riferimento al D.Lgs. n. 177/2017 che regola le competenze in materia di lotta attiva agli incendi boschivi e specificatamente nel decreto si evidenzia come le competenze principali in materia di lotta agli incendi boschivi son confluite al Corpo Nazionale dei vigili del fuoco,con la perdita di quella dislocazione capillare di stazioni, mezzi ed uomini garantita fino alla scorsa estate dal Corpo Forestale dello Stato.

Nella nota IL PNALM sollecita ogni iniziativa mirata ad un quadro organizzativo piu’ razionale,efficace ed efficiente volto ad evitare l’insorgere di focolai, e nel caso controllare quanto prima l’evolversi del fuoco.
L’appello del Parco mira a sensibilizzare tutta la colletivita’ affinche’ si eviti la bruciatura delle ristoppie, ma anche l’accensione dei fuochi per pic nic o per lo meno di metter in atto tutte gli accorgimenti necessari per evitare incendi che nella maggior parte dei casi distruggono ettari di patrimonio boschivo.

L’Ente Parco (si legge nella nota a firma del Presidente Carrara) per quanto di competenza provvedera’ a potenziare la sorveglianza, con il coinvolgimento del reparto carabinieri del parco nelle aree e nelle ore di maggior criticita’ unitamente ai volontari delle Associazioni di protezione civile e per le associazioni presenti sul territorio.

Proprio per coordinare al meglio ogni iniziativa (conclude la nota) nei prossimi giorni presso la sede del Parco si terra’ un incontro che avrà come scopo essenziale il coordinamento tra Ente Parco e Comuni,per ridurre al minimo i rischi provenienti dagli incendi boschivi. Red. F.