Con la loro scelta hanno fatto cadere il giovane sindaco Antonino Mancini.

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO DA UN GRUPPO DI CITTADINI DI CASTELPIZZUTO (IS)

CASTELPIZZUTO. Gli imperi crollano, i re perdono il trono, i dittatori di varia estrazione prima o poi fanno brutta fine.  Quello che non si capisce bene, è perché a Castelpizzuto, piccolo comune ai piedi del Matese il fatto che; consiglieri comunali abbiamo deciso di buttare fuori il sindaco susciti, specialmente in qualcuno, una rabbia incontenibile.

Tuttavia, a ben riflettere: Castelpizzuto era diventato il feudo di qualcuno, qualcuno che dedicava tutto il suo amore al paesello che adorava e vederselo sfuggire di mano è stato un dolore veramente grande.

I giovani consiglieri comunali stanchi di recitare il ruolo di “yes man”, ad un certo punto hanno deciso di farla finita, ma non si sono inginocchiati di fronte a nessuno, hanno osato sfidare le ire di qualche grande uomo di qualcuno che dovrebbe più tosto arrossire di vergogna se la faccia non l’avesse già perduta da molto tempo.