RIONERO SANNITICO. Con speciali dispositivi ottici e acustici che avvisano gli animali del sopraggiungere dei veicoli, il Wwf ha messo in sicurezza un tratto della Ss 652 in Molise nei pressi del comune di   Rionero Sannitico (Isernia) dove a fine agosto era stata investita e uccisa una giovane orsa.

Investimenti stradali, avvelenamenti, vasche e pozzi non in sicurezza sono le prime cause di morte per l’orso marsicano, sottospecie unica al mondo con popolazione ridotta a poco più di 50 individui.

Con il supporto di Anas Molise gli operatori Wwf hanno installato dissuasori su 3 km; nei dintorni è stata segnalata nei giorni scorsi la presenza di un orso. Simili iniziative, già sperimentate con successo nel Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise e all’attenzione del progetto europeo ‘LIFE SafeCrossing’ in aree come il Parco della Majella, sono inderogabili per la tutela della fauna e dei guidatori nelle zone a maggior rischio.

L’intervento rientra nella campagna Wwf ‘Orso 2×50’, per raddoppiare la popolazione di orso marsicano entro il 2050.