Domenica, gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, impegnati nell’attività quotidiana di controllo del territorio, sono intervenuti nel centro storico di Isernia a seguito di una segnalazione di persona in difficoltà.

Qui hanno trovato un giovane affetto da problemi di salute, il quale, rimasto solo a causa del decesso del padre, non avendo altri familiari, di fatto non riusciva a provvedere ai bisogni basilari, tra i quali anche i pasti quotidiani.

Lo slancio emotivo ed il senso civico dei poliziotti è emerso con forza e gli stessi si sono immediatamente adoperati, con l’ausilio di una civile volontaria, al pranzo domenicale.

Gli agenti, al cambio turno, hanno informato i colleghi dei turni successivi  che hanno provveduto anche alla cena e alla colazione per il giorno successivo.

Nel frattempo, sono stati attivati tutti i canali ed i contatti istituzionali, coinvolgendo il Comune di Isernia, la Protezione Civile e la Comunità di S. Egidio, per cercare una soluzione, per la gioia. Seppur celata dietro un velo di imbarazzo, del giovane rimasto solo.

Ancora una volta, i poliziotti delle Volanti hanno fatto “squadra”, mettendo in atto concretamente il concetto di prossimità e vicinanza ai cittadini, con particolare attenzione a quelli che vivono un momento di difficoltà, evidenziando a pieno il lato umano e solidaristico dell’uomo in divisa.