Dalla parte degli Ultimi e Officina Creativa, dopo i mesi di lockdown in cui siamo stati forzati ad allontanarci anche dalle persone a noi più care, promuovono un concorso fotografico pubblico con lo scopo di raccogliere immagini che testimonino la maniera in cui abbiamo vissuto il distanziamento sociale e che lo interpretino in base alla sensibilità dell’autore.

In questo periodo di emergenza abbiamo imparato che la distanza fisica non necessariamente corrisponde alla distanza emotiva. Abbiamo rivisto le nostre priorità e reinventato il nostro modo di vivere le relazioni interpersonali per poter essere vicini alle persone che amiamo, anche a chilometri di distanza. Tema ben noto ai beneficiari dei progetti  SIPROIMI accolti sul territorio italiano, persone costrette a lasciare gli affetti più cari nella speranza di costruirsi un futuro, ma che, nonostante tutto, cercano di continuare a essere partecipi delle vite delle famiglie rimaste in patria. La tematica della distanza, inoltre, è strettamente collegata al tema delle disuguaglianze esistenti tra il nord ed il sud del mondo. In un mondo in cui si può premere un pulsante a Washington per muovere una ruspa in Giappone, l’unica distanza che non siamo riusciti a colmare è il divario che ancora oggi si frappone tra popoli e che da il senso di una profonda frattura sociale ed economica.

I partecipanti potranno inviare i loro scatti dal 30 giugno al 31 luglio 2020 al seguente indirizzo e-mail: dallapartedegliultimi@gmail.com

Il 1 agosto 2020, gli stessi saranno pubblicati sulle pagine Facebook degli organizzatori.

Il concorso è gratuito

Il concorso è aperto a tutti.

Tre saranno le immagini premiate:

  1. quella che meglio saprà interpretare e raccontare il tema della distanza;
  2. quella che si distinguerà sotto l’aspetto creativo e tecnico;
  3. quella che riceverà più like sulle pagine Facebook degli organizzatori.

Il regolamento integrale è reperibile sulle pagine Facebook delle associazioni e può essere richiesto all’indirizzo e-mail: dallapartedegliultimi@gmail.com