Da lunedì studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado in classe. Stretta sulla movida, stop all’asporto per bar e ristoranti alle 18. Musei aperti nelle zone gialle, piscine e palestre chiuse fino al 5 marzo. Stop piste da sci fino al 15 febbraio.

Riprendono i concorsi pubblici in presenza.

Il ministro alla Salute Roberto Speranza, come si legge da repubblica.it,  farà la nuova ordinanza per far partire nelle varie Regioni le misure legate ai colori da domenica.

Il governo ha tolto la zona arancione in tutta Italia nel week end ma ha messo parametri più stringenti per la zona gialla. Così con un valore di Rt calcolato prendendo l’intervallo inferiore dei due dai quali si ricava la media, superiore a 1 si diventa arancioni anche con il rischio moderato (con 1,25 invece si va in rosso) ma quando il rischio è alto si entra nella stessa zona anche con un Rt sotto 1.

Ecco il valore dell’Rt e del rischio nelle varie Regioni:

Rosse

Lombardia 1,38 – alto

Provincia di Bolzano, 1,4 – alto

Sicilia 1,14 – alto

Arancioni

Abruzzo 1,11 – moderato con rischio di progressione

Calabria 0,96 – alto

Emilia-Romagna 1,13 – alto

Lazio 1,07 – alto

Liguria 1,1 – moderato

Marche 0,87 – alto

Piemonte 1,1 – alto

Puglia 1,14 – alto

Umbria 1,21 – alto

Val d’Aosta 1,01 – moderato

Veneto 0,95 – moderato

Gialle

Basilicata 0,96 – moderato

Campania 0,91 – moderato

Molise 0,46 – moderato ad alto rischio di progressione

Provincia di Trento 0,95 – moderato ad alto rischio di progressione

Sardegna 0,92 – moderato

Toscana 0,96 – moderato ad alto rischio di progressione.