Intanto, viene approvato anche il progetto esecutivo per la mobilità sostenibile.

CASTEL DI SANGRO. L’Idea alternativa è quella di inventarsi un patentino per accedere allo stadio e seguire da vicino gli allenamenti della Sscn Napoli che anche per la prossima estate dovrebbe essere in ritiro nella cittadina abruzzese. Tutti interrogativi che abbiamo sciolto in una interista con il sindaco di Castel Di Sangro Angelo Caruso.

“Abbiamo qualche mese in più per organizzare rispetto all’anno precedente. Abbiamo fronteggiato bene le emergenze – spiega Caruso alla nostra redazione – e speriamo di fare qualcosa in più quest’anno. Per gli ingressi al Teofilo Patini possiamo inventarci il patentino per lo stadio per permettere ai vaccinati di assistere alle partite. Il Napoli dovrebbe arrivare qui da noi intorno al 22 luglio per restarci fino al 4 – 5 agosto”.

Grande fermento in città anche per la partenza dell’ottava tappa del Giro D’Italia, evento che si svolgerà il 16 maggio. Anche per questa iniziativa, tanto attesa dagli appassionati di ciclismo ci saranno numerosi eventi collaterali. Proprio per questo evento anche il centro cittadino si sta rifacendo il look con la nuova pavimentazione di alcuni tratti per accogliere al meglio tutta la carovana rosa.

 

 

 

 

Intanto è di queste ore, un’altra importante novità che riguarda l’approvazione del progetto esecutivo per la mobilità sostenibile di Castel Di Sangro.

Leggi la news: ↓

Approvato il progetto esecutivo che prevede la realizzazione di una seggiovia biposto, che partirà dalla località “Prato Cardillo” (Parco Avventura) per arrivare alla sommità del Colle San Giovanni, comunemente detto “Castello”. Il Comune di Castel Di Sangro ha approvato nei giorni scorsi il progetto per l’impianto che sarebbe in parte finanziato con i fondi Fas, provenienti dal progetto di mobilità sostenibile per la realizzazione della seggiovia che doveva collegare il centro sangrino all’Aremogna e non più realizzato, per una cifra di circa 6.782.342 milioni di euro.

Il Sindaco si dice soddisfatto e dichiara che i lavori inizieranno entro il prossimo mese di settembre e probabilmente la seggiovia potrebbe entrare in funzione già dalla prossima primavera. “Sono orgoglioso di questo progetto – dichiara il Sindaco, Angelo Caruso -, perché permetterà un incremento del settore turistico e culturale facendo riscoprire, a residenti e turisti, la bellezza del Castello.

Tra l’altro sulla sommità saranno realizzate infrastrutture per la ricettività, bar e punti ristori, nel pieno rispetto della normativa vigente. Un progetto che parte da una zona oggi pienamente attrezzata, nei pressi dei fiumi Sangro e Zittola, che abbiamo reputata idonea per la localizzazione della stazione di partenza”.