Le vendite del gruppo automobilistico italiano registrano un + 257% sul 2020 e un + 113% sul 2019.

Premesso che non avrebbe alcun valore statistico il confronto tra aprile 2021 con quello 2020 (+ 3.973,33%), per via dei volumi registrati in pieno lockdown, in quella che è stata la fase 1 della pandemia, il confronto con aprile 2019 (+ 228,5%) è invece emblematico della crescita oramai costante di DR Automobiles Groupe.

Un altro tassello importante in un cammino virtuoso, che porta alla chiusura di un primo quadrimestre 2021 da record, con un + 257,40% sul 2020 e un + 113% sul 2019. Il mercato ha chiuso con un – 16,9% sul primo quadrimestre del 2019. Dati che proiettano il gruppo automobilistico italiano verso un + 100% a fine anno rispetto sia al 2019 che al 2020, avendo fatto registrare chiusure pressoché identiche. Anche ad aprile è il brand DR, con il 55% dei volumi, a guidare le vendite del gruppo.

Spiccano la DR 5.0 e la DR 3. Leggermente indietro la DR F35, che invece ha trainato i risultati dei mesi scorsi. In EVO è da registrare un boom di EVO 4 rispetto a EVO 5 ed EVO 6. Si tratta di vendite esclusivamente a privati. Nel targato di DR Automobiles Groupe non figurano noleggi o flotte.

Come sempre il 98% dei volumi complessivi è rappresentato dai modelli Thermohybrid benzina/GPL, che anche ad aprile hanno beneficiato di uno sconto sul prezzo di listino in virtù dell’ecoincentivo previsto da DR Automobiles Groupe in caso di rottamazione.

Campagna rottamazione che continua anche a maggio, sempre su iniziativa del gruppo, sia per DR che per EVO. Come è noto i fondi statali sono attualmente esauriti per la fascia di emissioni di CO2 dei benzina e diesel. Macchia d’Isernia, 04.05.202