La Divisione nazionale calcio a cinque ha definito ieri la cancellazione dei playout nei tornei di serie A2 e B e la contemporanea retrocessione di tutte le formazioni allultimo posto al termine della regular season nei quattro gironi della seconda serie nazionale e negli otto della terza.

Questa decisione  nellambito del raggruppamento G di cadetteria  è coincisa con la discesa nelle serie regionali dello Sporting Venafro, formazione dodicesima di una poule con altrettante squadre complice il ritiro prima del torneo del Futsal Bisceglie

«Da sportivi  lanalisi del presidente dei bianconeri Gianluca Primavera  ci atteniamo a quella che è la decisione della Divisione in tema di retrocessione. Cercheremo di imparare da questa stagione per migliorare in prospettiva ed ottenere risultati sempre più di rilievo. Del resto dagli errori, così come dai successi, si cresce»

Poi, il patron dei venafrani si proietta anche sul futuro. «Forti dei risultati ottenuti nelle nostre tre stagioni (il successo nella regular season di serie C ed il secondo posto nella Coppa Italia nazionale nel torneo di esordio, nonché laccesso alla Final Eight di Coppa Italia di serie B nella seconda avventura, ndr), siamo allopera per presentare una domanda di ripescaggio»

Ed è proprio per questo che il club, già nelle prossime ore, inizierà lopera di avvicinamento al nuovo torneo «puntando a costruire un organico altamente competitivo in grado di dare il massimo nel torneo che ci attenderà e che sia in grado di puntare ad un risultato di rilievo»

Lo Sporting Venafro che verrà, tra laltro, porterà con sé profondi mutamenti, sia sul versante dellorganico che a livello di staff tecnico. In tal senso, da parte del presidente Primavera arriva un grazie sentito al trainer Daniele Di Padua per quanto fatto nellultima stagione col team

«Ha dato sempre il massimo per questi colori  chiosa  lavorando sodo in tutti i momenti. A lui i nostri migliori auguri per quelli che saranno il suo percorso e la propria carriera in questa disciplina».