Per il consigliere collaboratore di Toma cure mediche e setto nasale rotto da una testata al volto.

Episodio gravissimo quello che si è verificato intorno alle ore 14 di oggi che ha visto protagonisti il presidente Toma e il consigliere e collaboratore del presidente Tiberio. I due sono stati avvicinati ed aggrediti da due giovani pare del posto. Uno di questi avrebbe sferrato anche una testata a Tiberio che avrebbe riportato la rottura del setto nasale refertata presso l’Ospedale Cardarelli di Campobasso. Indagini in corso e giovani autori dell’aggressione già identificati.

Intanto arriva la solidarietà del mondo politico molisano dopo questo grave episodio.

La nota di Italia Viva Molise: 

Toma e Tiberio aggrediti a Campobasso, Iv Molise: un clima di odio intollerabile

Un clima di odio ingiustificabile ha portato al verificarsi di un brutto episodio di aggressione nei confronti del presidente della Regione Donato Toma e del suo consigliere Maurizio Tiberio.

Quest’ ultimo è finito anche in ospedale a causa di una testata al naso subita.

Italia Viva Molise esprime una ferma condanna per quanto accaduto.

“È il frutto di un odio che nasce anche da chi fa della politica una questione di pancia e sfrutta il risentimento delle persone- si legge in una nota- questo episodio ci porta a riflettere sulla assoluta esigenza di tornare a fare politica per i cittadini e a usare correttamente lo strumento della comunicazione non per alimentare risentimento ma per costruire un nuovo modello di rispetto tra le parti politiche e i molisani. Esprimiamo vicinanza al presidente Toma e al collaboratore Tiberio augurandoci che un episodio simile non accada mai più”.

ANTONIO FEDERICO (M5S): SOLIDARIETÀ AL PRESIDENTE. PER LA VIOLENZA NON C’È MAI GIUSTIFICAZIONE

Esprimo tutta la mia solidarietà al presidente della Regione Molise che questo pomeriggio è stato vittima, insieme al proprio collaboratore, di un intollerabile e vergognoso atto di violenza verbale e fisica.

Episodi del genere non potranno mai trovare alcun tipo di giustificazione e vanno condannati sempre, con convinzione.

La nota di Giuseppina Occhionero

“L’aggressione subita oggi a Campobasso dal presidente della Regione, Donato Toma, e dal suo consigliere Maurizio Tiberio è un atto barbaro e inqualificabile”. Lo ha affermato la capogruppo di Italia Viva in Commissione Difesa della Camera dei Deputati, Giuseppina Occhionero. “Qualunque critica – ha sottolineato l’esponente di IV – può e deve essere espressa, ma esclusivamente nel rispetto e con tempi e modi corretti”.

M5S MOLISE: “A TOMA PIENA E INCONDIZIONATA SOLIDARIETÀ”

Il MoVimento 5 Stelle Molise esprime piena e incondizionata solidarietà al presidente della Regione Donato Toma e al suo collaboratore Maurizio Tiberio, vittime oggi di un atto di violenza. Violenza, sia verbale sia fisica, che non può e non deve mai essere giustificata di fronte a qualsiasi motivazione.

Messaggio Onorevole Forza Italia Annaelsa Tartaglione

Al Presidente Donato Toma e al suo collaboratore Maurizio Tiberio vanno piena solidarietà e vicinanza per la grave aggressione di cui sono stati bersaglio. Vicende come questa non possono essere interpretate con superficialità, ma devono costituire un campanello d’allarme ed essere unanimemente condannate, perché non esiste che l’esercizio della democrazia comporti il rischio della propria incolumità”. Lo dichiara la vicecapogruppo di Forza Italia alla Camera e coordinatrice regionale in Molise Annaelsa Tartaglione.

Il messaggio del Presidente della Provincia di Campobasso Francesco Roberti

Il Presidente della Provincia di Campobasso, Francesco Roberti, e l’amministrazione provinciale condannano l’aggressione cui sono rimasti vittima il Presidente della Giunta regionale del Molise, Donato Toma, e il consulente economico Maurizio Tiberio.
A loro va la solidarietà dell’amministrazione di Palazzo Magno. Ci può essere difformità di vedute, così come vuole la democrazia, ma questa non deve mai sfociare nella violenza.

I Consiglieri comunali di Centrodestra al comune di Campobasso

I gruppi di centrodestra di Palazzo San Giorgio esprimono la piena solidarietà al Presidente della Giunta regionale del Molise, Donato Toma, e al collaboratore Maurizio Tiberio, condannando il grave episodio di violenza perpetrata ai loro danni in pieno centro città quest’oggi.

Gli episodi di violenza sono sempre da condannare e la vicenda odierna richiama anche tutti ad abbassare i toni, perché oggi c’è stata la testimonianza di come si stia andando oltre il semplice dibattito politico. Troppo spesso, infatti, si tracima quello che dovrebbe essere il normale rapporto dialettico.

Messaggio di solidarietà a Donato Toma e Maurizio Tiberio

Apprendo con sconcerto dell’aggressione subita questa mattina, a Campobasso, dal governatore della Regione Molise, Donato Toma, e dal suo consigliere, Maurizio Tiberio.

Nei confronti di entrambi desidero esprimere la mia più totale solidarietà, manifestando una ferma condanna nei confronti di un episodio che non posso che definire inaccettabile.

L’odio e la violenza non sono tollerabili in una società che voglia definirsi civile, ed eventi come quello odierno non dovrebbero mai accadere.

Il rispetto dell’altro, e il confronto costruttivo, restano gli unici strumenti su cui si deve basare la convivenza sociale.

Mi auguro che sia il presidente che il suo consigliere, che ha subito un attacco anche fisico, possano riprendersi al più presto da questa spiacevole vicenda.

 Il Garante Regionale dei Diritti della Persona

(Dott.ssa Leontina Lanciano)

LA NOTA DEL SENATORE MOLISANO FABRIZIO ORTIS 

“Come uomo delle istituzioni condanno l’aggressione di cui sono state vittime il presidente della Regione Toma e il suo consigliere di fiducia Maurizio Tiberio fuori di un noto ristorante campobassano, come cittadino capisco la frustrazione e la rabbia di chi non ce la fa più ed auspico che si possano risolvere al più presto i tanti problemi che esasperano i molisani. In ogni caso la violenza non può mai essere la risposta”.

Così il senatore Fabrizio Ortis dopo l’episodio di oggi pomeriggio nel capoluogo. “Le divergenze politiche non devono trascendere in violenza e intimidazione”.

SOLIDARIETÀ AL PRESIDENTE TOMA E AL CONSIGLIERE TIBERIO DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI ISERNIA 
Il sindaco Giacomo d’Apollonio e l’amministrazione comunale di Isernia esprimono totale condanna per l’episodio di violenza fisica e verbale che, oggi, a Campobasso, ha visto vittime il governatore della Regione Molise, Donato Toma, e il suo consigliere politico, Maurizio Tiberio.
«Le aggressioni e i sentimenti di odio non sono ammissibili, né in Molise né altrove – ha dichiarato d’Apollonio –. Insieme all’intera amministrazione di Isernia, desidero esprimere solidarietà al presidente Toma e al consigliere Tiberio. Profonda è la mia amarezza per ciò che è successo. Le violenze non possono avere giustificazione. In una società civile, i comportamenti devono essere improntati ad un senso di pacifica responsabilità e al rispettoso confronto, non certo alle minacce, agli insulti e alla brutalità».