Cronaca

Potenziamento rete emergenza e sanitaria Area Interna Mainarde. Settecentomila euro per un progetto “intelligente” e di ampio respiro.

Pubblicato: 27-09-2021 - 407
Potenziamento rete emergenza e sanitaria Area Interna Mainarde. Settecentomila euro per un progetto “intelligente” e di ampio respiro. Cronaca

Potenziamento rete emergenza e sanitaria Area Interna Mainarde. Settecentomila euro per un progetto “intelligente” e di ampio respiro.

Pubblicato: 27-09-2021 - 407


Di Michele Visco

La strategia delle Aree Interne zona Mainarde che vede come comune capofila quello di Castel San Vincenzo seguito da tutti gli enti locali che ne fanno parte vedrà a stretto giro partire un progetto di tutela sanitaria e assistenza alla popolazione di ampio respiro ed epocale per la sanità molisana. Un finanziamento di questi settecentomila euro che rientra nella programmazione fatta da questi comuni per potenziare la rete assistenziale sul territorio e soprattutto garantire soccorsi efficaci e celeri a tutti i cittadini dell’Alta Valle del Volturno. Il fine ultimo sarà quello di migliorare le condizioni di sicurezza del territorio dell’Area interna Mainarde coinvolgendo in tutto cio’ ben tredici comuni: Acquaviva d’Isernia, Castel San Vincenzo, Cerro al Volturno, Colli a Volturno, Filignano, Forlì del Sannio, Fornelli, Montaquila, Montenero Val Cocchiara, Pizzone, Rionero Sannitico, Rocchetta a Volturno e Scapoli.

Attualmente l’area in oggetto è servita solo da una postazione del 118 ubicata a Cerro al Volturno con soccorritori e un medico. Grazie ai fondi nazionali riservati all’area interna in questione si attueranno tutta una serie di iniziative volte a migliorare le condizioni assistenziali sul territorio. Ad esempio verranno acquistati e forniti defibrillatori a tutti i comuni interessati, con la formazione di personale qualificato.

Si procederà alla fornitura di nuovi mezzi e personale addetto per garantire maggiore tempestività nell’intervento in caso di emergenza, soprattutto nelle aree interne, poco agevoli e più lontane dalle strutture ospedaliere. Ma non solo, si recluteranno due dirigenti medici 118 da destinare alla postazione di Cerro al Volturno al fine di potenziare la dotazione organica attualmente esistente. Addirittura si acquisteranno due automediche che per le caratteristiche del territorio dovranno essere 4 per 4 . collocate presso le postazioni del 118 di Cerro al Volturno e Venafro. L’idea finale sarà quella di creare entro il 2023 una collaborazione attiva tra strutture, soccorritori, medici ed amministrazioni comunali per salvaguardare la salute pubblica di tutto il territorio. Progetto accolto favorevolmente da tutta la popolazione locale.




Articoli Correlati