Consigli musicali

Temi musicali, i più iconici nel cinema

Pubblicato: 30-10-2022 - 205
Temi musicali, i più iconici nel cinema Consigli musicali

Temi musicali, i più iconici nel cinema

Pubblicato: 30-10-2022 - 205


Leggi l'approfondimento



Sono numerosi i motivi che fanno di un film una pietra miliare della storia del cinema. Un’interpretazione particolarmente ispirata che finisce per legare attore a personaggio, una particolare trama, una precisa scelta autoriale o altre particolarità: sono tutte valide ragioni che possono portare un film a diventare un cult. Quello che è raro è che, tra questi motivi, venga inclusa la colonna sonora. Tra effetti speciali, interpretazioni d’autore e sceneggiature importanti, a passare in secondo piano è spesso il ruolo giocato dalla colonna sonora e, più nello specifico, da un particolare tema musicale: a ben vedere, invece, in molti casi proprio questi rappresentano uno dei punti iconici di un film, in grado di richiamarlo con pochissime note.





Per esempio, pensando a cosa caratterizza Superman, inevitabile pensare al costume blu, alla lettera S sul petto e agli occhiali dell’alter ego Clark Kent; ma, allo stesso modo, a essere associato al personaggio è il tema composto da John Williams per la prima pellicola dedicatagli. Nonostante nei moderni film DC Comics il volto di Superman sia Henry Cavill, la prima comparsa al cinema del personaggio è datata 1978, e a definire la fisionomia dell’uomo d’acciaio è stato Christopher Reeve. Per l’occasione il comparto musicale è stato affidato a John Williams, la cui prima registrazione fu ingenuamente rovinata dal regista: nell’ascoltarla non si era potuto trattenere dall’applaudire, un presagio di quanto il tema principale sarebbe stato indissolubilmente legato in futuro all’iconico supereroe.Sono molteplici, d’altro canto, anche i tratti caratteristici di James Bond. Fin dalla sua prima comparsa cinematografica, nel 1962, ne vennero evidenziati l’apprezzamento per i cocktail, il fascino e, ovviamente, l’amore per il tavolo verde: se oggi la roulette è l’intrattenimento di punta dei siti specializzati parte del merito va anche riconosciuto alla visibilità garantitale dal personaggio, iconicamente immortalato nei suoi pressi in film come Una Cascata di Diamanti. Per le musiche del film venne ingaggiato Monty Norman, che compose un tema il cui successo fu tale da farlo regolarmente riutilizzare, benché con diversi arrangiamenti, in ognuna delle 24 pellicole successivamente dedicate all’agente 007. Un aspetto curioso è legato alla genesi del pezzo: si trattava infatti, a sua volta, di una rivisitazione di un brano scritto in precedenza per uno spettacolo teatrale, ambito nel quale era principalmente attivo il compositore.





Se poi si può parlare di icona del cinema per un animale, in tale categoria rientra sicuramente lo squalo protagonista dell’omonima pellicola diretta da Steven Spielberg. Uscito nel 1975, il suo impatto è stato tale da rendere l’animale uno dei più temuti nella cultura popolare, nonostante studi scientifici dimostrino come tale fama sia grandemente immeritata: un impatto conseguenza anche, in gran parte, del tema musicale a esso associato. Composto da John Williams, fidato collaboratore del regista in numerosi lavori, il tema si basa su poche note che sono comunque in grado, nella loro esecuzione, di trasmettere una sensazione di tensione: esattamente l’obiettivo che si era prefisso il compositore. Non a caso paragonato al tema analogamente minimal in Psycho di Alfred Hitchcock, si tratta di un’altra dimostrazione di come la musica sia in grado di essere inscindibilmente associata a un personaggio, o in questo caso a un animale.





Più facile forse pensare a una macchina come protagonista, in senso lato, di una pellicola: tanti gli esempi, dalla Cadillac Ambulance di Ghostbusters alla Aston Martin DB5 di 007 fino alla Dodge Charger di Dukes of Hazzard, serie TV prima ancora di film. In tale contesto merita sicuramente menzione la macchina del tempo basata su una DeLorean protagonista della trilogia di Ritorno al Futuro. Icona del cinema anni ’80, il film è stato indispensabile perché l’auto, unico modello creato dalla casa produttrice, entrasse nell’immaginario collettivo, segnalandosi inoltre proprio per la sua colonna sonora. Oltre a vari brani degli anni ’80, come The Power of Love di Huey Lewis and The News, e ’50, come Johnny B. Good di Chuck Berry, il film è caratterizzato dall’iconico tema principale composto da Alan Silvestri. Il compositore, noto anche per le colonne sonore di recenti film Marvel, è un fedelissimo del regista Robert Zemeckis: i due hanno infatti collaborato anche in Chi Ha Incastrato Roger Rabbit, Forrest Gump e il recente Pinocchio, tra gli altri.



 





Articoli Correlati