Cronaca

Sulmona-Isernia, esercitazione di emergenza nella galleria “Carovilli”. Simulato l’incendio di un treno.

Pubblicato: 25-05-2023 - 450
Sulmona-Isernia, esercitazione di emergenza nella galleria “Carovilli”. Simulato l’incendio di un treno. Cronaca

Sulmona-Isernia, esercitazione di emergenza nella galleria “Carovilli”. Simulato l’incendio di un treno.

Pubblicato: 25-05-2023 - 450


La nota della Prefettura di Isernia

Nella mattinata di oggi, 25 maggio 2023, nel territorio del Comune di Carovilli, si è svolta una esercitazione di Protezione Civile, durante la quale sono state simulate attività di soccorso tecnico urgente presso la galleria ferroviaria “Carovilli”, lungo la linea Sulmona-Isernia, attraverso l’utilizzo in campo di tecniche di Topografia applicata al Soccorso e di Tipo Speleo Alpino Fluviale in un’area boschiva prossima alla stazione ferroviaria del citato comune.



Il momento esercitativo, rientrante nell’ambito delle attività di aggiornamento di comunicazione in emergenza denominato “TooWay”, in dotazione anche alla Direzione Regionale dei Vigili del Fuoco Molise, è stato preceduto da una fase di formazione del personale del CDV (Centro Documentazione Video) dei Comandi dei Vigili del Fuoco di Isernia e di Campobasso. Il contesto è stato reso particolarmente sfidante dal susseguirsi di diversi scenari emergenziali, che hanno reso necessario l’attivazione del CCS (Centro Coordinamento Soccorsi) presieduto dal Prefetto di Isernia, Franca Tancredi, presso la Sala integrata di Protezione Civile e di Difesa Civile che ha sede nel Comando VVF, e la successiva costituzione, sul luogo dell’evento, del Posto di Comando Avanzato (PCA) e del Posto Medico Avanzato (PMA).  Obiettivo primario è stato quello di installare e testare l’efficienza e l’efficacia dei sistemi di comunicazione in emergenza, nonché quello di creare sinergie tra le componenti del Sistema di Protezione Civile e di verificare le funzionalità delle relative catene di comando. Rilevante ed encomiabile il contributo fornito da Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS) e dalla Fondazione FS che, mettendo a disposizione il treno storico ed alcuni mezzi di servizio, hanno reso possibile la realizzazione del contesto emergenziale all’interno del treno storico, dove, a seguito di un incendio, sono state simulate le operazioni di evacuazione dei passeggeri, di soccorso in galleria e di ricerca, anche in situazioni estreme, di alcuni viaggiatori dispersi.



La simulazione ha comportato anche l’impiego del mezzo bimodale asfalto-rotaia, consegnato da RFI al Comando Regionale del Molise dei Vigili del Fuoco.L’esercitazione ha visto il coinvolgimento del Sindaco del Comune di Carovilli, quale Autorità locale di protezione civile, del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) nelle operazioni di ricerca dei dispersi nonché dell’Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Infrastrutture Stradali e Autostradali (ANSFISA), il cui apporto è stato oltremodo determinante. Diversi i figuranti, volontari di Protezione Civile, dell’Associazione Nazionale dei Vigili del Fuoco e dell’Associazione Nazionale Carabinieri. Presenti anche il Nucleo elicotteri dei Vigili del Fuoco di Pescara, gli uomini della Polizia di Stato, del Comando provinciale dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, della Polizia Ferroviaria, della Polizia Stradale, oltre che degli agenti della Polizia Locale e Provinciale. Per le operazioni sanitarie, presente il personale ASREM e del 118, coadiuvati dalla Croce Rossa Italiana – Comitato di Isernia e dal Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta (CISOM). Gli esiti dell’esercitazione saranno oggetto di una successiva riunione di debriefing tesa alla verifica dell’efficacia delle procedure operative poste in essere durante la simulata emergenza. Il Prefetto di Isernia, Franca Tancredi, ha espresso grande soddisfazione per l’impegno profuso da tutti i Soggetti coinvolti nell’esercitazione che, “nel far rete, hanno dimostrato sinergica collaborazione ed elevata competenza in uno scenario emergenziale complesso, dalle diverse ‘sfaccettature’, ove la professionalità si è unita all’equilibrio nella decisione e nell’intervento”.


Gallery dell'articolo





Articoli Correlati