Tradizioni

Venafro: torna la Passione organizzata dalla Fondazione Mario Lepore e dal Parco regionale dell’Olivo.

Pubblicato: 30-03-2024 - 338
Venafro: torna la Passione organizzata dalla Fondazione Mario Lepore e dal Parco regionale dell’Olivo. Tradizioni

Venafro: torna la Passione organizzata dalla Fondazione Mario Lepore e dal Parco regionale dell’Olivo.

Pubblicato: 30-03-2024 - 338


Sabato 30 e domenica 31 marzo a Venafro torna la Passione

VENAFRO. La "Passione" di Venafro, ambientata tra gli olivi del Parco Regionale dell'Olivo di Venafro, nei pressi della Concattedrale, è un evento dalle caratteristiche scenografiche uniche, uno dei primi ideati in Italia, essendo rappresentato dal 1967.  Gli Oliveti di Venafro costituiscono, infatti, uno dei luoghi simbolo dell’olivicoltura mediterranea, inserito nel Registro Nazionale dei Paesaggi rurali storici dal Ministro delle Politiche Alimentari, Agricole e Forestale (D.M. n. 6419 del 20.02.2018).



La Fondazione Mario Lepore Onlus e l’Ente Parco dell’Olivo di Venafro tornano a organizzare e a presentare La Passione nel solco della tradizione e dall’idea originale di Franco Valente che ne è stato l’ideatore. L’evento si sviluppa attraverso quadri scenici di grande effetto con la Direzione artistica e la regia di Gianni Di Chiaro. Segreteria organizzativa di Francesco Tomasso. La voce narrante, storica, dell’attore Umberto Taccola ed una coinvolgente colonna sonora, accompagneranno lo spettatore nelle scene ideate tra gli olivi e la vicina Cattedrale, tra giochi di luce ed effetti speciali orchestrati da Vincenzo Villani con Giuseppe Castagna e Salvatore Riccio, con l’utilizzo di moderne tecnologie che daranno profondità alla scenografia naturale, rappresentata dal Parco Regionale dell’Olivo. Allestimenti strumentazione mobile di Maurizio Verrecchia.I nuovi costumi realizzati da Katia Grande hanno addentellati anche con la storia e le opere d’arte di Venafro. Ad esempio, le vestigia dei Soldati del Tempio sono tratte dalle raffigurazioni del Polittico di Nottingham del Museo nazionale di Castello Pandone. Gli allestimenti di scena sono stati curati dall’artista Adriano Cimino. Gli aspetti organizzativi per conto della Fondazione Mario Lepore sono stata affidati a Rosaria Mascio. Collabora all’organizzazione Nicandro D’Angelo.Un grazie sentito all’Impresa edile Cardines Costruzioni di Venafro che gratuitamente ha operato per realizzare un accesso per persone diversamente abili all’Evento, come da Piano di sicurezza approvato.



La Passione di Gesù, SI TERRÀ ALLE 21,00 DI SABATO 30 E DI DOMENICA 31 MARZO 2024 e prevede il coinvolgimento di un centinaio di figuranti. Concorrono all’organizzazione dell’evento le Associazioni Agesci Venafro 4, l’Associazione Vigili del Fuoco in congedo di Elvio Santamaria, l’Associazione teatrale Dietro Le Quinte, il Gruppo, rappresentato da Luigi Cancelli e Olea Mediterranea. Si esprime gratitudine a Don Salvatore Rinaldi per la consueta disponibilità e alla famiglia Armieri- Busico per i permessi all’uso dei suoli.La Passione, nell’intenzione degli organizzatori, dovrà sempre più consolidarsi come evento portante per la promozione del territorio, perché evento di grande qualità e unico nel suo genere.



Dr. Emilio Pesino



Presidente dell’Ente


Gallery dell'articolo





Articoli Correlati