Sport

ESCLUSIVA - Mister De Leo, il vice storico di Sinisa Mihajlovic:" Sinisa persona schietta e sincera, porterò avanti i suoi insegnamenti"

Pubblicato: 08-06-2024 - 392
ESCLUSIVA - Mister De Leo, il vice storico di Sinisa Mihajlovic:" Sinisa persona schietta e sincera, porterò avanti i suoi insegnamenti" Sport

ESCLUSIVA - Mister De Leo, il vice storico di Sinisa Mihajlovic:" Sinisa persona schietta e sincera, porterò avanti i suoi insegnamenti"

Pubblicato: 08-06-2024 - 392


LEGGI L'INTERVISTA

ESCLUSIVA - Mister De Leo in questa lunghissima ed emozionante intervista ci racconta che persona era il grande Sinisa Mihajlovic ed anche i suoi progetti futuri. Comincia ad allenare le giovanili della Cavese e della Nocerina poi da lì parte la grande carriera: Nazionale Serba, Sampdoria, Milan, Torino, Sporting Lisbona e Bologna.



Lei è stato il vice allenatore del grande Sinisa Mihajlovic, che persona era e che allenatore era ?



"Sono stato con Sinisa per oltre 10 anni, partendo dalla nazionale serba fino agli ultimi 5 anni di Bologna. Avevamo già lavorato precedentemente nella prima esperienza di Bologna, stagione 2008-2009. Era una persona molto esigente, non aveva bisogno di tante parole perché per lui la parola era sacra. Si accorgeva delle persone che mettevano impegno, passione e sacrificio ed in me ha visto ciò perciò abbiamo lavorato per tutti questi anni insieme. Sinisa era molto leale, sincero e diretto pretendendo lo stesso da chi era di fronte a lui. Per la persona che era non avrebbe tradito mai un rapporto che sia amicizia o altro. Non si accontentava mai, cercava sempre di alzare l'asticella. Per noi dello staff non era facilissimo ma allo stesso tempo ci faceva crescere di più, faceva crescere la nostra fame calcistica innalzando così la mentalità personale, della squadra e della società in cui si stava. Mi viene difficile distinguere la persona dall'allenatore perché essendo una persona schietta e sincera dimostrava sempre lo stesso atteggiamento. Non aveva paura di valorizzare i giovani come Donnarumma ma c'è ne sono tanti altri, questo ha fatto si che poi negli anni si creavano dei bei legami con i ragazzi. Le vicende dell'ultima parte della sua vita hanno poi colpito senza dubbio tutti noi, però li c'è stato il più grande insegnamento - il non mollare mai - , davvero non ha mollato un'istante. Mi sento quasi in dovere di dover tramandare tutti questi insegnamenti di Sinisa perché sono effettivamente uno più importante dell'altro".



Lei in una precedente intervista aveva il desiderio di allenatore una prima squadra. Mister De Leo ci sono stati contatti negli ultimi giorni con il Campobasso o con altre società?



"Ho terminato quest'anno il corso UEFA PRO, anche se sono 25 anni che alleno iniziai a 20 anni. Ora è arrivato il momento di dover cominciare questa carriera da allenatore con un mio staff personale. Sto valutando e ricevendo molte offerte, essendo però la mia prima esperienza dovrò fare un lavoro minuzioso di valutare ogni singola proposta in ogni suo particolare perché non vorrei vanificare tutto quello fatti in questi anni. Con il Campobasso ho avuto dei contatti, sono persone eccezionali e che ammiro essendo imprenditori e persone di livello. Non so cosa mi riserverà il futuro".




Gallery dell'articolo





Articoli Correlati