Politica

Parcheggi in via Umbria ad Isernia, in Consiglio comunale la discussione sull'interrogazione. La nota della Consigliera Calenda.

Pubblicato: 03-03-2023 - 542
Parcheggi in via Umbria ad Isernia, in Consiglio comunale la discussione sull'interrogazione. La nota della Consigliera Calenda. Politica

Parcheggi in via Umbria ad Isernia, in Consiglio comunale la discussione sull'interrogazione. La nota della Consigliera Calenda.

Pubblicato: 03-03-2023 - 542


La nota del consigliere comunale Filomena Calenda

In occasione della prossima seduta consiliare del Comune di Isernia sarà affrontata l'interrogazione sull'autorizzazione ai parcheggi in via Umbria nel capoluogo di provincia. 

Un'interrogazione rivolta al Sindaco e all'Esecutivo perché "è mia intenzione - ha dichiarato la consigliera comunale Filomena Calenda  - individuare una soluzione rispetto ad una problematica che si protrae da tempo, sollevatami da diversi cittadini e operatori economici della città e che interessa un'area strategica nel centro urbano della città di Isernia lungo via Umbria. Parlo del Divieto di sosta che disciplina il percorso stradale dalle ore 7.00 alle ore 18.00".

Secondo la consigliera il divieto di sosta in questione "sembra piuttosto rappresentare un impedimento alla crescita e allo sviluppo del commercio che insiste nella zona. Gli operatori con grande sacrificio stanno provando a far fronte al drammatico momento economico che riguarda un po' tutte le attività, ma chiaramente la mancanza di clienti non favorisce nulla di quanto loro auspicano. Ecco, dunque - prosegue la consigliera - che l'impedimento a parcheggiare, induce molti utenti a scegliere altre zone per compiere le proprie commissioni penalizzando di fatto un'area che meriterebbe, al contrario, una valorizzazione anche di tipo economico".

Pertanto con l'interrogazione consiliare si chiede, di poter valutare una forma di "sosta disciplinata 'a tempo' che si trasformi in divieto soltanto negli orari di entrata e uscita dalla scuola per evitare imbottigliamenti in quel frangente e aiutare e sostenere il commercio nel restante tempo". 





Articoli Correlati