Cronaca

Isernia: la Guardia di Finanza sequestra due quintali di artifici pirotecnici illegali.

Pubblicato: 15-12-2023 - 598
Isernia: la Guardia di Finanza sequestra due quintali di artifici pirotecnici illegali. Cronaca

Isernia: la Guardia di Finanza sequestra due quintali di artifici pirotecnici illegali.

Pubblicato: 15-12-2023 - 598


Il maxi sequestro della Guardia di Finanza di Isernia

Continua senza sosta l’opera delle Fiamme Gialle isernine a tutela dei cittadini pentri affinché possano trascorrere le festività di fine anno in tutta serenità e sicurezza. Giovedì 14 u.s. infatti, nell’ambito della costante attività di controllo economico del territorio i militari del comando provinciale della guardia di finanza di Isernia, hanno effettuato, nel corso di un controllo su strada, un sequestro di 2 quintali e mezzo lordi di artifici pirotecnici contenenti circa 33 kg di nec (contenuto esplosivo netto), trasportati illegalmente da un soggetto diretto a Pescara, a bordo di un furgone normalmente adibito al trasporto di latticini. 



La merce sottoposta a sequestro proveniva da Napoli ed era presumibilmente diretta a rifornire il mercato del menzionato capoluogo abruzzese, luogo di residenza del fermato. Al termine delle operazioni, il responsabile è stato denunciato all’A.G. competente per violazione dell’art. 678 del codice penale che punisce chiunque, senza la licenza dell’autorità o senza le prescritte cautele, fabbrica o introduce nello stato, ovvero tiene in deposito o vende o trasporta materie esplodenti e per violazione dell’art. 97 del r.d. 635/40 ove sono fissati i quantitativi massimi di artifici consentiti. Con l’approssimarsi delle festività di fine anno, l’invito alla cittadinanza rimane quello di assicurarsi sempre delle condizioni di sicurezza dei prodotti pirotecnici e in caso di dubbio di rivolgersi con fiducia alle forze dell’ordine. 



Al riguardo, il numero 117 di pubblica utilità della Guardia di Finanza rimane a disposizione dei cittadini per garantire loro ogni sorta di tutela ed assistenza possibile. L’attività del corpo s’inserisce infatti nel più ampio contesto di controllo economico del territorio attuato a salvaguardia dell’economia legale, della sicurezza e della salute dei cittadini, anche in sinergia con la Polizia di Stato e l’Arma dei Carabinieri, sotto l’egida dell’Autorità di Governo e di quella giudiziaria pentra, nel comune intendimento di garantire il massimo livello di sicurezza sociale nella provincia. Preme sottolineare che i procedimenti penali si trovano ancora nella fase delle indagini preliminari e che la responsabilità degli indagati sarà definitivamente accertata solo nel caso dell’emissione di una sentenza rrevocabile di condanna.


Gallery dell'articolo





Articoli Correlati