Territorio

ACI Molise: ricominciano le giornate di Educazione Stradale nelle scuole del territorio

Pubblicato: 08-03-2024 - 309
ACI Molise: ricominciano le giornate di Educazione Stradale nelle scuole del territorio Territorio

ACI Molise: ricominciano le giornate di Educazione Stradale nelle scuole del territorio

Pubblicato: 08-03-2024 - 309


La nota ufficiale di Aci Molise

Nella giornata di giovedì 7 marzo gli studenti delle Scuole IPIA L. Montini di Campobasso hanno preso parte ai Corsi di Educazione Stradale dell’Automobile Club Molise organizzati dal Direttore dell’Ente Francesco Meleca e dal Consigliere ACI Molise Isidoro La Farciola in collaborazione con la Referente dell’Istituto Prof.ssa De Lisio.  



Tanti gli argomenti affrontati durante la giornata in particolare la guida in sicurezza dei veicoli con il Modulo “Alcool, droghe e guida dei veicoli”.All’appuntamento della durata di circa 2 ore mezza hanno partecipato ragazzi compresi tra i 14 ed i 18 anni - classi III, - che rientrano nella fascia di età più interessata alla tematica della guida automobilistica.Obiettivo del Corso, dichiara il Direttore ACI Molise Francesco Meleca e far comprendere agli alunni che guidare in sicurezza un veicolo è un’attività complessa che coinvolge mente e corpo e che richiede buone condizioni psicofisiche. Il nostro scopo è quello di creare nei giovani una maggiore consapevolezza degli effetti, sui comportamenti di guida e sul rischio di incorrere in un incidente stradale, derivanti dall’assunzione di alcool e droghe. Ma soprattutto promuovere, attraverso l’educazione stradale e il contrasto di ogni forma di illegalità, stili di vita sani e comportamenti responsabili. Le giornate di Educazione Stradale organizzate con la proiezione di slide e la visione di filmati e video-interviste si sviluppano attraverso una metodologia basata su un approccio di tipo stimolo-reazione, gli studenti sono stati sollecitati ad interrogarsi sulla propria percezione del rischio e dei pericoli connessi con l’assunzione di alcool e droghe prima di mettersi al volante, sugli effetti di tali sostanze sulle capacità di guida, la velocità di reazione e i livelli di attenzione durante la conduzione di veicoli, ma anche sulle frequenti distrazioni indotte dall’utilizzo di dispositivi tecnologici alla guida e sull’assunzione di responsabilità individuale in relazione a tali comportamenti. Molti i chiarimenti forniti ai ragazzi in merito alle norme e alle sanzioni previste per chi si mette alla guida sotto l’effetto di alcool e sostanze stupefacenti, alle modalità di misurazione del tasso alcolemico e a cosa fare in caso di superamento dei livelli consentiti. Il Corso si è concluso con una serie di test con il simulatore alcolemico, un tappeto che prevede un percorso con l’uso di occhiali che riproducono le distorte capacità visive del guidatore in stato di ebbrezza al quale gli studenti hanno partecipato con grande entusiasmo nel tentativo di camminare lungo un percorso senza sbandare, tentativo quasi sempre fallito dai ragazzi. Un’esperienza senz’altro utilissima per gli alunni e le alunne delle classi coinvolte, che hanno avuto l’opportunità di confrontarsi con tematiche di grande attualità, in direzione di una maggiore consapevolezza di quei comportamenti a rischio che possono mettere seriamente in pericolo la propria vita e quella altrui.



 


Gallery dell'articolo





Articoli Correlati