RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO DA CONSIGLIERE REGIONALE AIDA ROMAGNUOLO – PRIMA IL MOLISE

Considerato che nel 2017 è stato istituito il Registro delle patologie di rilevante interesse sanitario e di particolare complessità, ho ritenuto urgentemente presentare in questi giorni una mia mozione per chiedere a che punto si trova l’istituzione dello stesso. È quanto dichiarato da Aida Romagnuolo leader di Prima il Molise.

Tale registro tumori, ha continuato Romagnuolo, è un sistema attivo di raccolta sistematica di dati personali anagrafici e sanitarie dei casi di tumore che insorgono nei residenti nel territorio della Regione Molise realizzato ai fini di studio e ricerca scientifica in campo medico, biomedico ed epidemiologico. Il Registro, ha proseguito Romagnuolo, è  finalizzato a produrre misure delle incidenza, mortalità, sopravvivenza e prevalenza dei tumori; descrive il rischio della malattia per sede e per tipo di tumore, età, genere ed ogni altra variabile di interessi per la ricerca scientifica. Ad oggi, ha ancora continuato Romagnuolo,

non trapela nessuna informazione sui dati già validati dall’AIRTUM e, molti attori del mondo dell’associazionismo, continuano a sollecitare incontri e notizie sullo stato dell’attuazione dello stesso Registro, richieste che pervengono in particolare nel Basso Molise dove più alta è l’incidenza dei tumori. Pertanto, ha concluso Romagnolo, considerato che oramai è improcrastinabile la necessità di adottare tale Registro, ho chiesto l’ impegno, al Presidente della Giunta Regionale, per un immediato interessamento al fine di sapere quali sono, ad oggi, le risorse stanziate per il predetto Registro e quali saranno i tempi di realizzazione di tale strumento.