L’emergenza sanitaria che stiamo vivendo a causa della crisi pandemica, determinata dalla diffusione del Sars-Cov-19, impone riflessioni attente rispetto a temi da sempre delicati e, ora come non mai, da potenziare e tutelare, primo tra tutti quello della salute mentale. In un momento storico in cui i contatti sono sempre meno frequenti e considerati dall’opinione comune e dagli esperti “potenzialmente pericolosi”, qual è il rischio che corre chi già si confronta con un disagio psichico? L’isolamento, molto spesso espressione sintomatologica di patologie psichiatriche gravi e severe, è attualmente la risposta più frequente e, a primo acchito, appare quella più congrua e adeguata, intesa come protezione di se stessi e dell’altro. Ma qual è il confine tra isolamento patologico, protezione e tutela personale e collettiva?

L’attuazione di programmi di tutela e promozione della salute mentale presuppone l’attivazione di una “rete territoriale e clinico-sociale” in cui diversi attori interagiscono in modo sinergico e dinamico. L’erogazione di servizi di tipo psichiatrico, psicologico, infermieristico, terapeutico-riabilitativo e di assistenza sociale avviene nel quadro di una stretta collaborazione del Centro di Salute Mentale con i medici di medicina generale, le strutture residenziali e semiresidenziali presenti sul territorio, le istituzioni locali e le associazioni che si occupano di salute mentale.

Nell’ottica del “distanti ma uniti” che caratterizza questa particolare fase storica, l’Associazione di Promozione Sociale “L.U.N.A.” (Liberi, Uniti nell’Amicizia), ente del Terzo Settore impegnato nella tutela di persone che soffrono a causa di un disagio psichico (attraverso la gestione di laboratori didattici di arte-terapia, musico-terapia, editoria-rilegatoria e la definizione di percorsi formativi e d’inserimento socio-lavorativo), ha realizzato un progetto sociale originale e innovativo, intitolato “Rainbow Web Community”: una “comunità virtuale”, all’interno della quale i soggetti con disturbi psichici interagiscono e collaborano in “rete” per condividere argomenti, storie ed emozioni, apprendere nuove nozioni e sviluppare nuove competenze e abilità.

Destinatari del progetto sono gli ospiti delle Comunità di Riabilitazione Psicosociale presenti sul territorio della provincia di Isernia, ubicate nei Comuni di Vastogirardi, Frosolone, Fornelli, Sant’Agapito, Agnone e Castelnuovo di Rocchetta a Volturno.

Ogni Comunità dispone di una “postazione di connessione”, fornita di attrezzature audio-video e informatiche, attraverso la quale gli ospiti, assistiti dall’équipe medico-sanitaria di riferimento e supportati da volontari e personale docente altamente qualificato, partecipano simultaneamente, online, alle seguenti attività socio-riabilitative:

  • “Tutti in rete…” (Corso di formazione sull’utilizzo “consapevole” del web);
  • “Scusi, dottore!” (Forum di discussione sulle tematiche inerenti il contrasto ai pregiudizi e all’esclusione sociale, con la partecipazione del personale medico-sanitario);
  • “A proposito di me!” (Raccontare e raccontarsi: gruppi orientati di psicoterapia);
  • “I speak english!” (Corso di formazione di lingua inglese);
  • “I gusti della mente” (Forum di discussione sul tema dell’educazione alimentare: come una sana alimentazione può influire sul benessere mentale);
  • “In forma!” (Corso terapeutico di ginnastica);
  • “Arte insieme” (Arte-terapia: gruppi di lavoro sulla creatività artistica);
  • “Musica… in rete” (Incontri musicali – Laboratorio sperimentale di musico-terapia);
  • “Parliamone!” (Forum di discussione su argomenti di attualità, traendo spunto anche dalla lettura di quotidiani nazionali e locali).

Le Comunità di Riabilitazione Psicosociale e tutti gli enti coinvolti nel Progetto stanno realizzando, inoltre, un grande “portale informatico della salute mentale” in provincia di Isernia (www.lunarainbow.org), attraverso il quale promuovere iniziative socio-riabilitative, pubblicare informazioni scientifiche inerenti la salute mentale, pubblicare online gli articoli del Giornale delle Comunità “L’Urlo”, favorire la promozione di prodotti artigianali realizzati dagli utenti psichiatrici, condividere storie, racconti, foto ed esperienze di vita.

Il Progetto rappresenta uno strumento di contrasto alla disabilità mediante lo sviluppo e il potenziamento di abilità personali e sociali e favorisce l’accessibilità, in modo protetto e assistito, degli utenti psichiatrici al web e alle tecnologie informatiche. Promovendo un approccio meno stigmatizzante dell’utente nei confronti del proprio disagio psichico, le attività predisposte favoriscono, attraverso l’utilizzo delle “web technologies”, il rafforzamento dell’autostima e l’inclusione sociale. La dotazione di apparecchiature informatiche e il know-how acquisito (conoscenze e capacità operative) consentiranno il proseguimento delle attività anche dopo la conclusione del percorso progettuale, assicurando benefici stabili nel tempo.

Le azioni intraprese faciliteranno, inoltre, il consolidamento di relazioni e approcci collaborativi tra gli enti del Terzo Settore impegnati nel campo della salute mentale, favorendo l’implementazione di ulteriori iniziative partenariali.

Gli enti impegnati nella realizzazione del Progetto sono:

  • Associazione di Promozione Sociale “A.M.F.A.I.P.” (Associazione Molisana Familiari e Amici di Infermi Psichici), composta prevalentemente da familiari e caregivers di utenti psichiatrici del Centro di Salute Mentale, impegnata a sviluppare iniziative di contrasto allo stigma e ai pregiudizi sociali;
  • Associazione di Promozione Sociale “Polaris”, composta da psicologi, psicoterapeuti e logopedisti couselor impegnati nella promozione del benessere psicologico dell’individuo affetto da problemi psichici, che promuove azioni di orientamento psicologico e di supporto motivazionale;
  • Società Cooperativa Sociale “La Vastese”, ente gestore della Comunità di Riabilitazione Psicosociale di Vastogirardi;
  • Società Cooperativa Sociale “S.CO.R.I.M.A.A. Acli”, ente gestore della Comunità di Riabilitazione Psicosociale di Frosolone;
  • Società Cooperativa Sociale “Centro per i Servizi Sociali”, ente gestore della Comunità di Riabilitazione Psicosociale di Fornelli;
  • Società Cooperativa Sociale “Sant’Agapito Martire”, ente gestore della Comunità di Riabilitazione Psicosociale di Sant’Agapito;
  • Società Cooperativa Sociale “C.S.A.I.M.H.A.”, ente gestore della Comunità di Riabilitazione Psicosociale di Agnone;
  • Società Cooperativa Sociale “Segretariato per i Servizi Sociali”, ente gestore della Comunità di Riabilitazione Psicosociale di Castelnuovo di Rocchetta a Volturno;
  • Società Cooperativa Sociale “Il Triangolo”, specializzata nella programmazione di percorsi d’inserimento socio-lavorativo in favore di soggetti con disturbi psichici.

Con Determinazione Dirigenziale n. 7995 del 30/12/2020, la Regione Molise ha inserito il Progetto “Rainbow Web Community” nella graduatoria delle istanze progettuali ammesse a finanziamento nell’ambito dell’Avviso Pubblico inerente “Finanziamenti per il sostegno di progetti di rilevanza locale promossi da organizzazioni di volontariato o associazioni di promozione sociale e fondazioni del terzo settore iscritte nell’anagrafe delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale in base agli accordi di programma sottoscritti tra il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e la Regione Molise ai sensi degli articoli 72 e 73 del D.Lgs. n. 117/2017, Codice del Terzo Settore” Accordi di Programma anno 2019 e 2020 – Fondi anni 2019 e 2020 e risorse aggiuntive 2020.

Le attività progettuali, iniziate a febbraio 2021, si concluderanno a gennaio 2022.

Il Progetto propone un approccio terapeutico-riabilitativo nuovo e altamente innovativo nell’ambito della gestione di servizi socio-riabilitativi in favore di persone con disagio psichico. I percorsi progettuali, attivati secondo un orientamento metodologico dinamico, inclusivo e multidisciplinare, favoriscono lo sviluppo di capacità e abilità personali, promuovono una maggiore consapevolezza dei propri mezzi e determinano, nel complesso, un generale e significativo miglioramento della qualità della vita.